email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Grecia

Yiannis Economides dà il via a un nuovo progetto intitolato The Ballad of a Pierced Heart

di 

- Il candidato alla Berlinale comincerà in ottobre la ricerca delle location per il suo quinto film, per dare avvio alle riprese nella primavera 2018

Yiannis Economides dà il via a un nuovo progetto intitolato The Ballad of a Pierced Heart
Il regista Yiannis Economides (al centro)

Di ritorno da un breve pausa, l’acclamato regista greco-cipriota Yiannis Economides torna alla regia dopo aver diretto Stratos [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yannis Economides
scheda film
]
, che aveva portato a Berlino nel 2014, e lo fa uscendo dagli usuali toni cupi, per un’opera che si annuncia come il suo film più romantico: The Ballad of a Pierced Heart, una coproduzione di Grecia, Germania, Francia e Cipro, riunirà il regista ai suoi consueti collaboratori, Yiannis Tsortekis, Stathis Stamoulakatos e Vaggelis Mourikis, e alla sua ultima musa, Vicky Papadopoulou.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritto dal regista, da Harry Lagousis che aveva già collaborato in Stratos e da Dimosthenis Papamarkos, autore del recente fenomeno Giak, il film segue una serie di intricate storie d’amore che hanno inizio con un reato di poco conto e proseguono in un climax di frenetici drammi familiari, nel classico stile da commedia, condito dal black humor tipico del regista.

“Sarà una black comedy sulla provincia greca”, rivela Economides a Cineuropa, e aggiunge “sarà una vicenda divertente sulla falsariga di quelle dei fratelli Coen”. Bocca cucita sulla trama, il regista si lascia scappare solo che “sangue e pistole non mancheranno, così come cuori spezzati e grasse risate”, e che “le coppie implicate soffrono di troppo amore, di un eccesso di amore”. Aggiunge anche che userà il suo caratteristico stile realistico e che farà una spietata anatomia dei personaggi.

Con questo film, Economides, solito agli angusti spazi urbani, si allontana per la prima volta dai territori ateniesi: il film verrà girato infatti nelle campagne di Lamia, inaugurando così una collaborazione tra il Regional film office municipale e l’Hellenic Film Office del governo centrale.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.