email print share on facebook share on twitter share on google+

ZAGABRIA 2017

The Frog: traumi e conseguenze della guerra di Bosnia

di 

- In anteprima al Festival di Zagabria, la versione cinematografica di uno dei più influenti drammi bosniaci

The Frog: traumi e conseguenze della guerra di Bosnia
Emir Hadžihafizbegović in The Frog

Basato sull’opera teatrale da record The Frog [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, andata in scena per un decennio, questo film ha tutte le carte in regola per avere un buon successo sia entro i confini nazionali che nei paesi limitrofi. Diretto da Elmir Jukić, finora attivo più che altro per la televisione, e da lui stesso scritto insieme a Pjer Žalica (Fuse [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), il film si basa sull’opera teatrale di Dubravko Mihanović. The Frog cerca di essere il più possibile fedele al lavoro originale, di cui mantiene tutti gli attori. Dopo la sua prima al Sarajevo Film Festival, il film incontrerà il pubblico croato al Festival del cinema di Zagabria (fuori concorso), dove anni fa è stata sviluppata la sceneggiatura all’interno del workshop My First Script.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Zeko (Emir Hadžihafizbegović, nella sua seconda parte importante di quest’anno, dopo Men Don’t Cry [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alen Drljević
scheda film
]
) è un barbiere veterano di guerra, che soffre di un disturbo post traumatico da stress, ed è abbandonato dalla sua famiglia per i suoi violenti scatti d’ira. Ora vuole iniziare un nuovo capitolo della sua vita e pensa che l’unico modo per farlo sia cercare di aiutare le sole due persone a cui tiene davvero: suo fratello Braco (Aleksandar Seksan, noto per Our Everyday Life [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ines Tanović
scheda film
]
) e il loro amico Švabo (soprannome corrispondente all’italiano “crucco”), interpretato da Mirsad Tuka. Entrambi hanno problemi seri: Braco è un giocatore d’azzardo alcolizzato, ce l’ha con l’attuale stato delle cose nel suo paese ed è nostalgico dei tempi d’oro di prima della guerra; il tassista Švabo, invece, ha passato all’estero gli anni della guerra (da cui il soprannome) e tradisce la moglie con un’amante molto più giovane. Quale giorno migliore della festa islamica del sacrificio, per sistemare le loro vite e per un nuovo inizio? Così i tre si incontrano nel negozio di Zeko per una tazza di caffè e qualche biscotto,  ma presto le cose sfuggono di mano, nascono liti e la minaccia della violenza aleggia costantemente nell’aria.

L’animale che dà il titolo al film (lett. La rana) salta fuori un paio di volte nel film, ma mai in forma esplicita. All’inizio, è una vecchia auto, una Citroën DS (soprannominata “la rana” in alcune zone della Jugoslavia) che aveva il padre di Zeko e Braco, e che i due fratelli guidavano nelle loro scorribande giovanili. L’altra rana è il protagonista di Ranocchio salva Tokyo della raccolta di racconti Tutti i figli di Dio danzano di Haruki Murakami. Zeko legge parte della storia in un giornale e in qualche modo ne fa una sua guida e filosofia di vita, che lo spinge nell’urgenza di aiutare gli altri a cambiare, mentre lui non ne è capace.

La provenienza teatrale del materiale originario si nota dal set, che rimane lo stesso per la maggior parte del tempo, dalle poche lunghe sequenze girate con la camera a spalla e dal ridotto numero di personaggi importanti. Jukić, tuttavia, va anche oltre, uscendo a volte fuori dal negozio del barbiere, introducendo flashback dei ricordi di Zeko e inserendo personaggi-cammeo nella sceneggiatura, alcuni dei quali interpretati da attori leggendari come Boro Stjepanović e Vlasta Velisavljević. In definitiva, la recitazione degli attori che riprendono il ruolo che avevano nel dramma è differente, più cinematografica e realistica, rendendo The Frog molto più di un semplice adattamento per il grande schermo.

The Frog è stato prodotto da Refresh Production, Living Pictures, Propeler Film e Skopje Film Studio, con il sostegno di Film Center Serbia. Refresh Production ne gestisce anche le vendite.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.