email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Francia / Belgio

Sepideh Farsi prepara La Sirène

di 

- Prodotto da Les Films d’Ici e coprodotto dai belgi di Lunanime, il progetto è l’unico titolo di animazione tra i 21 selezionati per il Villaggio delle Coproduzioni di Les Arcs

Sepideh Farsi prepara La Sirène
La Sirène di Sepideh Farsi

L’animazione sarà presente al Villaggio delle Coproduzioni (leggi la news) del 9° Festival del Cinema Europeo di Les Arcs (dal 16 al 23 dicembre) con La Siréne (La sirena) di Sepideh Farsi, un progetto prodotto da Sébastien Onomo per la società parigina Les Films d’Ici e coprodotto dai belgi di Lunanime. Un film che aveva già destato grande attenzione fin dalla presentazione del suo concept al Cartoon Movie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La regista iraniana, che ha lavorato altrettanto bene con i film di finzione (Le Voyage de Maryam, Dreams of Dust, The Gaze [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Red Rose [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
a Toronto nel 2014) e con i documentari (Le Monde est ma maison, Homi D. Sethna, filmmaker, Hommes de Feu, Harat, 7 Veils [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), si è data per la prima volta all’animazione con un film che si dovrebbe girare all’inizio del 2019 e comprendere nel cast i francesi Pierre Niney, Jean-Louis Trintignant, Leïla Bekhti, Jean-Damien Barbin, JoeyStarr, Denis Lavant e Oxmo Puccino.

Scritta da Djavad Djavahery, la storia de La Sirène è ambientata ad Abadan, nel 1980. La capitale dell’industria petrolifera iraniana è sotto l’assedio dell’esercito iracheno. Amid, un adolescente di 14 anni, è rimasto in città con suo nonno dopo aver tentato invano di arruolarsi. Vaga per la città e incontra personaggi singolari, i quali hanno tutti delle buone ragioni per non andarsene, come una famosa diva e sua figlia Pari, di cui Omid si innamora. Ma mentre la situazione peggiora, scopre e cerca di riparare una vecchia imbarcazione tradizionale con la quale spera di mettere in salvo ciò a cui tiene di più.

La Sirène, la cui grafica è nelle mani di Zaven Najjar, ha un budget di 3,7 milioni di euro e ha beneficiato del sostegno di CNC (attraverso il fondo per le nuove tecnologie nella produzione), CICLIC (regione Centro-Valle della Loira), della regione Grand Est e di Sophie Dulac Distribution. Al Villaggio delle Coproduzioni di Les Arcs, Sébastien Onomo sarà pronto a discutere con i venditori internazionali, le televisioni, i coproduttori, i fondi privati, i fondi regionali e i supervisori musicali.

Les Films d’Ici ha coprodotto più di 800 film (tra cui Fuocoammare [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gianfranco Rosi
scheda film
]
, Valzer con Bashir [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Michael Kohlhaas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arnaud des Pallières
scheda film
]
) e Sébastien Onomo ha lavorato recentemente a un altro lungometraggio d’animazione, Funan di Denis Do, che racconta la sopravvivenza e la lotta di una giovane madre che, durante la rivoluzione dei khmer rossi, vuole ritrovare suo figlio di quattro anni, strappatole dal regime. Il film sarà pronto all’inizio del 2018 e venduto da Bac Films International.

(Tradotto dal francese da Michael Traman)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.