email print share on facebook share on twitter share on google+

PREMI Repubblica Ceca

Ice Mother domina la cerimonia annuale dei Leoni cechi

di 

- Il film di Bohdan Sláma sull’amore in tarda età si è aggiudicato la maggior parte dei premi della serata

Ice Mother domina la cerimonia annuale dei Leoni cechi
Zuzana Kronerova, Bohdan Sláma e Pavel Novy, con alcuni dei loro premi per Ice Mother

Dopo che i critici cinematografici cechi hanno espresso la loro opinione sul cinema nazionale prodotto nel 2017 (leggi la news), è stata la volta degli accademici nazionali di farlo per la 25a volta alla cerimonia annuale dei Leoni cechi. Questi riconoscimenti fanno un ritratto leggermente diverso della produzione nazionale rispetto all'opinione della critica. L'Accademia cinematografica e televisiva ceca aveva votato il film drammatico di Bohdan Sláma, Ice Mother [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, come candidato del paese nella categoria Miglior film in lingua straniera alla 90a edizione degli Academy Awards, e di fatto, il ​​film ha finito per essere nominato in tutte le categorie dei Leoni cechi. Alla fine della serata, la squadra produttiva di Ice Mother è tornata a casa con sei premi: Miglior film, Miglior regista, Miglior attrice, Miglior attore, Miglior attrice non protagonista e Miglior sceneggiatura.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tre statuette (sulle 13 nomination) sono state consegnate a Barefoot [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dello sceneggiatore-regista Jan Svěrák, che adatta un libro di suo padre Zdeněk Svěrák, e serve da prequel al loro film del 1991 The Elementary School. Il biopic d’epoca Milada di David Mrnka si è aggiudicato i premi per i Migliori costumi e Miglior trucco e acconciatura. Il road movie medievale di Václav Kadrnka ispirato a un poema sulla Crociata dei fanciulli, Little Crusader [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Václav Kadrnka
scheda film
]
, nominato in nove categorie, ha vinto nella categoria Miglior musica, mentre il film drammatico slovacco-ceco Filthy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tereza Nvotová
scheda film
]
della regista emergente Tereza Nvotová, che ha vinto il premio come miglior film ai Czech Film Critics’ Awards, ha lasciato la cerimonia con un Leone per il Miglior montaggio. L’emittente pubblica nazionale Czech Television ha vinto entrambi i premi TV, per il Miglior film o miniserie televisiva e per la Miglior serie drammatica televisiva, grazie a Justice (Spravedlnost) del regista slovacco Peter Bebjak e Svět pod hlavou (ispirato a Life on Mars della BBC) di Marek Najbrt e Radim Špaček.

L'atmosfera durante la cerimonia è stata politicamente impegnata, poiché alcune personalità ceche dell'industria cinematografica hanno difeso l'indipendenza delle emittenti pubbliche in seguito all’attacco del recentemente rieletto presidente alla televisione ceca durante il suo discorso di insediamento. Mentre riceveva un altro premio per un ruolo da protagonista, l'attrice slovacca Zuzana Krónerová ha messo in guardia contro "l'arroganza del potere" sulla scia dell'omicidio di un giornalista investigativo slovacco e della sua fidanzata, che ha scioccato il mondo e scatenato una crisi governativa in Slovacchia.

La lista completa dei vincitori:

Miglior film
Ice Mother [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
– Bohdan Sláma (Repubblica Ceca/Slovacchia/Francia)

Miglior documentario
Cervená [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Olga Sommerová (Repubblica Ceca/Slovacchia)

Miglior regista
Bohdan Sláma – Ice Mother

Miglior attrice
Zuzana Kronerová – Ice Mother

Miglior attore
Pavel Nový – Ice Mother

Miglior attrice non protagonista
Petra Špalková – Ice Mother

Miglior attore non protagonista
Oldřich Kaiser – Barefoot [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Repubblica Ceca/Slovacchia/Danimarca)

Miglior sceneggiatura
Bohdan Sláma – Ice Mother

Miglior fotografia
Vladimír Smutný – Barefoot

Miglior montaggio
Jiří Brožek, Michal Lánský, Jana Vlčková – Filthy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tereza Nvotová
scheda film
]
(Repubblica Ceca/Slovacchia)

Miglior sonoro
Jakub Čech, Claus Lynge – Barefoot

Miglior musica
Irena e Vojtěch Havlovi – Little Crusader [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Václav Kadrnka
scheda film
]
(Repubblica Ceca/Slovacchia /Italia)

Miglior scenografia
Aurel Klimt, Martin Velíšek, František Lipták – Lajka

Migliori costumi
Simona Rybáková – Milada (Repubblica Ceca/USA)

Miglior trucco e acconciatura
Andrea McDonald – Milada

Miglior film o miniserie televisiva
Spravedlnost – Peter Bebjak
Produttori: Kateřina Ondřejková, Rastislav Šesták (Czech Television)

Miglior serie drammatica televisiva
Svět pod hlavou – Marek Najbrt, Radim Špaček
Produttori: Vratislav Šlajer, Michal Reitler (Czech Television)

Premio Magnesia per il Miglior film di studenti
Atlantida, 2003 – Michal Blaško

Miglior poster cinematografico
Jiří Karásek, Lukáš Fišárek – Barefoot

Film Fans Award
Barefoot – Jan Svěrák

Premio d’onore per il Contributo unico al cinema ceco
Alois Fišárek

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.