email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Israele

The Distant Barking of Dogs vince al Docaviv

di 

- Il documentario di Simon Lereng Wilmont è stato proclamato miglior film internazionale, Family in Transition di Ofir Trainin ha invece trionfato nella competizione israeliana

The Distant Barking of Dogs vince al Docaviv
I vincitori di Docaviv 2018

La 20a edizione del Docaviv, il Festival internazionale del documentario di Tel Aviv (17-26 maggio), si è conclusa con la vittoria come miglior film internazionale (e di €4.500) di The Distant Barking of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del regista danese Simon Lereng Wilmont. Il film era stato presentato in prima mondiale all’IDFA, dove aveva vinto il Best First Appearance Award. 

La giuria, composta dal produttore Hans Robert Eisenhauer e i filmmaker Anna Zamecka e Avida Livny, ha anche assegnato una Menzione d’onore a The Waldheim Waltz [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ruth Beckermann
scheda film
]
di Ruth Beckermann.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Lo sloveno Matjaž Ivanišin ha ricevuto il Premio Visione Artistica, del valore di €2.250, nella competizione Depth of Field per Playing Men [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
.

Nella competizione nazionale, il Premio Howard Gilman per il miglior documentario israeliano e €16.500 sono andati a Family in Transition di Ofir Trainin, che segue una famiglia israeliana dal momento in cui il padre annuncia il suo desiderio nascosto di diventare una donna. 

Per la prima volta, il festival ha ospitato una competizione di corti documentari, e il premio è andato al film tedesco Tracing Addai di Esther Niemeier. Il documentario d’animazione sarà automaticamente presentato come candidato all’Oscar per il miglior cortometraggio documentario.

La lista completa dei vincitori:

Competizione internazionale

Premio miglior film internazionale
The Distant Barking of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Simon Lereng Wilmont (Danimarca/Svezia/Finlandia)
Menzione d’onore
The Waldheim Waltz [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ruth Beckermann
scheda film
]
- Ruth Beckermann (Austria)

Competizione Depth of Field

Premio Visione Artistica
Playing Men [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Matjaž Ivanišin (Slovenia/Croazia/Germania/Italia)

Competizione cortometraggi

Premio miglior cortometraggio
Tracing Addai - Esther Niemeier (Germania)

Competizione israeliana

Premio Howard Gilman per il miglior documentario israeliano
Family in Transition
- Ofir Trainin (Israele)

Premio speciale della giuria
The Perfect Housewife - Jane Bibi (Israele)

Premio Sindaco di Tel Aviv-Yafo per il miglior film d’esordio
Wild - Uriel Sinai, Danel Elpeleg(Israele)

Premio miglior fotografia
Avner Faingulernt - In the Desert – A Documentary Diptych (Israele/Canada)

Premio miglior montaggio
Yithzhak Sverdlov - The Wounded Healer (Israele)

Premio Ricerca
Niko Hofinger - You Only Die Twice (Israele/Austria)

Premio miglior musica originale
Peter Venne - A Sister’s Song (Israele)

Premio AIDC Filmmaking innovativo
A Sister’s Song - Danae Elon (Israel)

Premio FIPRESCI miglior regista della competizione israeliana
Avner Faingulernt - In the Desert A Documentary Diptych

Competizione Studenti

Primo premio
My Father's Son - Hillel Rate (Ma'aleh School of Television, Film and the Arts)

Secondo premio
The Bride's Tree - Shadi Habib Allah (Sam Spiegel Film and Television School)

Terzo premio
A Train to the Horizon - Sharon Shahanny (Bezalel Academy of Arts and Design)

Premio NEXT! per progetti innovativi
The Tel Aviv Zoo Project - Maya Shekel, Yuval Kala (Israele)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.