email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Marocco

La risposta africana al Festival di Cannes

di 

Inizia questa sera la seconda edizione del Festival Internazionale del Film di Marrakech (FIFM), alla presenza di numerose personalità del cinema francese. All’appuntamento della manifestazione, che ambisce a diventare “La Cannes africana” saranno presenti Emmanuelle Béart, Carole Bouquet, Johnny Hallyday, oltre a Anouk Aimée, Patrice Chéreau, Costa-Gravas, Benoît Jacquot, Patrice Leconte, Michel Blanc, Jamel Debbouze e l’attore belga Benoît Poelvoorde. Presidenziato dal produttore Daniel Toscan du Plantier, il festival in realtà prende il volo quest’anno, dopo esser stato oscurato dagli avvenimenti dell’11 settembre 2001. La giuria diretta da Jeanne Moreau dovrà premiare uno dei dieci lungometraggi in competizione fino al 22 settembre: tra questi Les diables del francese Christophe Ruggia e Bend it like Beckham dell’inglese Gurinder Chadha. Lo scorso anno il Gran premio è stato assegnato alla regista franco-algerina Yamina Benguigui per il suo primo film Inch'Allah Dimanche.
Previsti nel programma anche due convegni, sul “Potere e le responsabilità del cinema” e sul “Cinema nazionale tra creazione e industria”, coordinate da Nicolas Seydoux, presidente della Gaumont.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.