email print share on facebook share on twitter share on google+

Stephen Frears • Regista

Intervista

Stephen Frears parla della storia del suo film Dirty Pretty Things, con Chiwetel Ejiofor

real (240x180) [1247 kb]

Copia ed incolla il codice nel tuo html per inserire il video:


di Federico Greco

Frears: "Certamente, esiste un commercio clandestino di organi a Londra e le vittime sono gli immigrati clandestini, che vendono i propri organi per poter sopravvivere o avere un passaporto falso. L'Inghilterra è un Paese diviso in due. E non ci sono collegamenti tra le due metà. Io volevo un punto di vista diverso dal solito, personaggi non convenzionali, diversi dalla commedia britannica contemporanea. Questa doveva essere una storia drammaticamente attuale. Credo che il mio Paese sia molto cambiato negli ultimi vent'anni e molti non hanno percepito questi cambiamenti violenti. E potrebbero rimanere scioccati dal realismo degli avvenimenti descritti nel mio film".
Chjwetel Ejiofor (protagonista): "Mi sono basato sull'osservazione diretta, ho vissuto tutta la mia vita in un mondo multiculturale e le affinità con il protagonista erano tante. Ed ho cercato di lavorare sodo per rendere giustizia alla storia".