Glory - Non c'e tempo per i onesti (2016)
One Step Behind the Seraphim (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
The Nothing Factory (2017)
A Ciambra (2017)
On Body and Soul (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ATTORI Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Un ragazzo di Calabria

di 

E’ morto all’età di 86 anni, Raf Vallone. Il ragazzo di Calabria, trasferitosi a Torino per tentare la carriera di calciatore e poi diventato una stella del cinema internazionale, si è spento questa mattina nella clinica romana di ‘Villa Pia’. Era nato il 17 febbraio del 1917 a Tropea. Si trasferì con i suoi genitori a Torino, dove riuscì a giocare titolare nella squadra degli amaranto. Dopo aver preso due lauree (giurisprudenza e filosofia) sposò l'attrice Elena Verzi. Abbandonò il calcio per lavorare come capo redattore della pagina culturale dell'Unità di Torino dove conobbe scrittori come Italo Calvino, Cesare Pavese, Davide Lajolo, Natalia Ginzburg.
Smessi i panni del giornalista, Vallone iniziò la carriera cinematografica. Il suo primo grande successo fu Riso Amaro (1949), il capolavoro di Giuseppe De Santis con Vittorio Gassman e Silvana Mangano. Tra gli oltre 80 film di cui è stato protagonista è facile ricordare El Cid di Anthony Mann e La ciociara di Vittorio De Sica (entrambi accanto a Sophia Loren) e Il cammino della speranza, diretto da Pietro Germi. Ma poi ci sono stati anche Uno sguardo dal ponte di Sidney Lumet, Un colpo all'italiana di Peter Collins e Il Padrino - Parte III di Francis Ford Coppola. Parallelamente alla fortunata carriera cinematografica svolse anche quella teatrale. Sui palcoscenici lavorò per oltre 30 anni ricevendo importanti riconoscimenti in Italia e nel mondo. La sua attività teatrale fu consacrata nel 1958 quando a Parigi debuttò in Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller con la regia di Peter Brook.
Vallone ha fatto anche televisione, interpretando importanti ruoli in storici sceneggiati della Rai degli anni Sessanta come Il mulino del Po diretto da Sandro Bolchi e Marco Visconti di Anton Giulio Majano.
Nel 2001 Raf Vallone ha scritto un libro autobiografico, ‘Alfabeto della memoria’, pubblicato da Gremese.
I funerali, si è appreso dal figlio Saverio, si svolgeranno sabato a Roma, nella Chiesa degli Artisti di Piazza del Popolo.

Jihlava
San Sebastián Full
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss