Silent Night (2017)
Figlia mia (2018)
La prière (2018)
Kissing Candice (2017)
L'Apparition (2018)
Gaspard va au mariage (2018)
Patser - Gangsta (2018)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Où va la nuit e Robert Mitchum: due coproduzioni insolite

di 

Où va la nuit e  Robert Mitchum: due coproduzioni insolite

Escono oggi in Belgio due coproduzioni insolite, sostenute dal Centre du Cinéma et de l’Audiovisuel de la Communauté française de Belgique.

Tra Martin Provost e Yolande Moreau, è un bel sodalizio cinematografico quello che prosegue sul grande schermo. Dopo il miracolo Séraphine [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che ha colto di sorpresa il mondo del cinema, conquistando il pubblico e aggiudicandosi il César del miglior film e della miglior attrice, con Où va la nuit [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
Provost offre nuovamente alla sua interprete feticcio un ruolo forte, quello di Rose, donna sfiancata dalla vita e dalle botte del marito, che un giorno decide di riprendersi la sua libertà sbarazzandosi di lui. Credendo di aver così sotterrato il passato, cerca di ricostruirsi un presente con il figlio a Bruxelles…

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)IDW Supsi Internal

Où va la nuit è il primo lungometraggio prodotto da Christmas in July, società di Julie Salvador, ex-produttrice di F comme Film. Artémis coproduce in Belgio, mentre Cinéart distribuisce in quattro copie.

Sulla scia dei laconici road movie del duo Kerven/Delépine e di Bouli Lanners, è un altro duo, Olivier Babinet e Fred Khin a proporre il burlesco Robert Mitchum est mort [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Olivier Gourmet, ex-rocker tendente alla cleptomania riconvertito in agente di attori di talento ma disoccupato, vuole (ri)lanciare la carriera di Franky. Preso dal suo progetto, gli promette una gloria hollywoodiana, passando per il circolo polare.

Strizzando l'occhio al cinema di Jim Jarmush e di Aki Kaurismaki (da cui prendono in prestito il direttore della fotografia Timo Salminen), anche Kihn e Babinet hanno imboccato la loro strada, di festival in festival, conquistando le giurie di Premiers Plans ad Angers (Grand Prix) e di Dieppe (Prix de l’insolite).

Montaggio europeo atipico, il film è prodotto da Ferris & Brockman per la Francia, Panache Productions per il Belgio, Sweet Films in Norvegia e Studio Agart in Polonia. Big Bang Distribution (la società "sorella" di Climax Films) lo distribuisce in quattro copie.

(Tradotto dal francese)

WBI Berlinale
Swiss Film Berlin
EFM_HOME
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss