The Square (2017)
The Erlprince (2016)
Grain (2017)
A Gentle Creature (2017)
Scary Mother (2017)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

GOYA 2013

email print share on facebook share on twitter share on google+

Biancaneve trionfa ai Goya

di 

- Il film di Pablo Berger si aggiudica dieci dei diciotto premi cui era candidato. A seguire, Lo imposible (cinque), Las aventuras de Tadeo Jones (tre) e Grupo 7 (due)

Biancaneve trionfa ai Goya

Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pablo Berger
festival scope
scheda film
]
ha rispettato i pronostici e ha trionfato la scorsa notte alla cerimonia dei premi Goya, che sarà ricordata anche per i numerosi atti di protesta contro le misure del governo nazionale in ambito culturale. Il film del regista di Bilbao Pablo Berger (foto) ha conquistato il maggior numero di premi (dieci), seguito da Lo imposible [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Juan Antonio Bayona
scheda film
]
di JA Bayona (cinque), Las aventuras de Tadeo Jones [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Enrique Gato (tre) e Grupo 7 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alberto Rodríguez (due).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La rivisitazione in bianco e nero del classico dei fratelli Grimm si è imposta nella categoria regina, quella del miglior film (dove concorreva con Grupo 7, Lo imposible e El artista y la modelo [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
), e in quelle di miglior attrice protagonista (Maribel Verdú), attrice rivelazione (Macarena García), sceneggiatura originale (opera dello stesso Berger) e varie categorie tecniche (fotografia, musica originale, canzone originale, direzione artistica, costumi e trucco).

Il premio della miglior regia è andato invece al barcellonese JA Bayona per la pellicola che è diventata la produzione spagnola che ha incassato di più nella storia, Lo imposible. Non sono stati premiati i suoi interpreti internazionali (erano candidati Naomi Watts e Ewan McGregor), bensì la fattura tecnica del film, che si è imposto nelle categorie di miglior montaggio, suono, direzione di produzione ed effetti speciali.

Per il secondo anno consecutivo, il premio della miglior adattamento va a un film d'animazione. L'anno scorso fu Wrinkles [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ignacio Ferreras
scheda film
]
, quest'anno Las aventuras de Tadeo Jones, una nuova prova dello stato di salute del cinema d'animazione in Spagna. Inoltre, la pellicola di Enrique Gato ha vinto i premi del miglior regista esordiente e del miglior film d'animazione.

Senza raggiungere i livelli di militanza della protesta contro la guerra in Iraq dell'edizione 2003 dei Goya, che negli anni seguenti è stata ricordata dalla stessa industria come un errore per eccesso, molti sono stati gli interventi contro la politica del governo di Mariano Rajoy in materia economica e in particolare nel settore culturale e cinematografico. A partire dal direttore dell'Accademia, Enrique González Macho, che si è mostrato molto critico con il “brutale” aumento dell'IVA al settore culturale: “Il mondo del cinema non smetterà di impegnarsi affinché si rettifichi questo errore. Non è accettabile che la Spagna abbia l'IVA culturale più alta in Europa. Altri paesi come l'Olanda e il Portogallo l'avevano alta, si sono resi conto dell'errore e l'hanno abbassata”.

(Tradotto dallo spagnolo)

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint Feature
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss