Il mio Godard (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Svezia

email print share on facebook share on twitter share on google+

She’s Wild Again Tonight: una versione moderna di Miss Julie di Strindberg

di 

- Fia-Stina Sandlund riceve il premio del miglior film al Festival Internazionale del Cinema di Stoccolma, equivalente a €600.000 in contanti e servizi di produzione per la sua prossima pellicola

She’s Wild Again Tonight: una versione moderna di Miss Julie di Strindberg
Fia-Stina Sandlund

Il film She’s Wild Again Tonight [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della regista svedese Fia-Stina Sandlund (foto), un remake postmoderno, metafisico e a tratti assurdo dello spettacolo teatrale Miss Julie (1888) di Strindberg, ha vinto il premio per il miglior film al 24° Festival Internazionale del Film di Stoccolma che si è chiuso domenica 17 novembre.

Il gran premio del 2013 è andato per il secondo anno consecutivo a una donna, la regista britannica Clio Barnard di The Selfish Giant [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Clio Barnard
intervista: Clio Barnard
festival scope
scheda film
]
(nel 2012 l'aveva vinto l’australiana Cate Shortland con Lore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Va a una donna, quindi, anche il premio del miglior film: la regista svedese vince 600.000 euro e una serie di servizi di produzione per la sua prossima pellicola.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film, finanziato da Telia, Europa Sound & Vision, Dragsljus e sostenuto dallo Swedish Film Institute e dal pubcaster svedese SVT, è stato presentato in prima mondiale al Festival di Stoccolma. Il distributore NonStop Entertainment si occuperà del lancio nei paesi nordici.

She’s Wild Again Tonight, scritto da Sandlund e Josefine Adolfsson, sarà prodotto da Tobias Janson per Sory AB. Il film racconta gli incontri tra Julie (impersonata dall’attrice svedese Alexandra Dahlström) e Jean (impersonato dal compositore e chitarrista svedese Jens Lekman) in un moderno appartamento newyorkese. Durante questi incontri i due recitano una versione amplificata ed eccessiva di loro stessi.

Anche la prima di Tenderness della regista svedese Sofia Norlin, già premiata nel 2011, era in programma al festival quest’anno. Con un cast composto da Sebastian Hiort af Ornäs, Alfred Juntti e Lina Leandersson, il primo lungometraggio di Norlin è ambientato in una piccola comunità del nord della Svezia che si erge intorno a una miniera, e racconta la storia di un gruppo di adolescenti che si appresta ad entrare nella vita adulta, ad imparare a vivere, amare e sognare mentre il suolo trema sotto i loro piedi. Prodotto da Olivier Guerpillon per Digital Filmmakers, Tenderness uscirà nelle sale il 6 dicembre.

Young Sophie Bell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della regista Amanda Adolfsson, vincitrice dell’edizione 2012, è stato descritto come un “ritratto emozionante e toccante del crescere, del guardare al futuro gestendo contemporaneamente il passato”. Questa storia di amicizia, amore e morte segue le vicende di due diciannovenni, Sophie e Alice, legate da una forte amicizia. L’una è intelligente e sveglia, l’altra diretta e selvatica. Quando Alice muore, Sophie inizia a porsi delle domande sulla loro amicizia. Il film sarà prodotto da Gila Bergkvist Ulfung per Breidablick Film.

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss