Rester vertical (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Belle Dormant (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Courmayeur Noir In Festival: "un programma spettacolare"

di 

- Film di genere scandinavi, italiani e catalani, e molto altro, alla 23ma edizione del festival diretto da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri (10-15 dicembre). Tra gli ospiti, Henning Mankell, cui va il Raymond Chandler Award

Courmayeur Noir In Festival: "un programma spettacolare"

Dai noir scandinavi agli horror italiani, passando per gli artigiani del genere catalani, grandi autori come Ridley Scott e un pizzico di fantasy. Si preannuncia particolarmente ricca la 23ma edizione del Courmayeur Noir In Festival, il tradizionale appuntamento con il cinema di genere che quest'anno si svolgerà dal 10 al 15 dicembre, nella nota stazione alpina. "Un programma spettacolare", lo definisce Giorgio Gosetti, direttore della manifestazione insieme a Marina Fabbri, "per una delle edizioni più sorprendenti dell'ultimo decennio, nonostante le circostanze difficili".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)suspi_2016_468x60

Tra i 10 film in concorso, spazio alla Scandinavia con i film di Mikkel Nørgaard (The Keeper of  Lost Causes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eugenio Mira
scheda film
]
) e Søren Kragh-Jakobsen (The Hour of the Lynx [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), e all'Italia con Neve di Stefano Incerti (selezionato a Venezia 2010 con Gorbaciof [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Stefano Incerti
scheda film
]
) e Vinodentro [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ferdinando Vicentini Orgnani, con Giovanna Mezzogiorno (leggi la news). Tra gli altri titoli europei, Wakolda [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Lucia Puenzo (Argentina/Francia/Spagna/Norvegia), il britannico Dom Hemingway [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Richard Shepard, con Jude Law, ed Enemy [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Denis Villenueve (Canada/Spagna), protagonista Jake Gyllenhaal.

Fuori concorso, "il vero noir del XXI secolo", ossia The Counselor [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
di Ridley Scott, coproduzione britannico-americana con un cast stellare (Michael Fassbender, Penélope Cruz, Cameron Diaz, Javier Bardem, Brad Pitt e Bruno Ganz), e l'italiano La voce, opera prima di Augusto Zucchi, con Rocco Papaleo nei panni di un imitatore sfruttato dai servizi segreti per riprodurre la voce di un ministro morto. Tra gli eventi speciali, la proiezione di The Troubled Man di Agneta Fagerström-Olsson, ovvero l'ultima indagine dell'ispettore Wallander, l’investigatore più amato dai lettori di tutta Europa nato dalla penna dello scrittore svedese Henning Mankell. Quest'ultimo sarà ospite d'onore a Courmayeur dove ritirerà il Raymond Chandler Award, destinato ai grandi maestri del genere.

Una retrospettiva di 10 film sarà dedicata al cinema di genere realizzato in Catalogna sotto il franchismo, tra gli anni '50 e '60, da abili artigiani come Josep Maria Forn (di cui saranno proiettati ¿Pena de muerte? e Yo maté), mentre il nuovo cinema horror italiano sarà esplorato, con Dario Argento "maestro di cerimonia", nella finestra Cantieri della paura (in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà), che proietterà l'horror dell'esordiente Riccardo Paoletti, Neverlake. Anche il filone fantasy promette scintille con la grande “maratona” per festeggiare il ritorno de Lo Hobbit, il debutto italiano di Piovono polpette 2, la scoperta di un nuovo eroe per i più piccoli come il gattino Tuono del film belga Il castello magico e l’incursione di Enzo D’Alò (Pinocchio [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) col suo Flauto magico in onore di Vincenzo Cerami.

Come di consueto, il NoirFest sarà anche ricco di incontri letterari con i maestri del giallo: oltre a Mankell, saranno ospiti il best seller francese Jean-Christophe Grangé, lo scrittore di noir sudafricano Lauren Beukes e il suo omologo israeliano Assaf Gavron, oltre agli italiani Roberto Cotroneo, il "debuttante" nel romanzo giallo Enrico Vanzina, Carlo Bonini e Giancarlo De Cataldo.

Tra le novità di quest'anno, la sala virtuale sulla piattaforma online MyMoviesLive! dove sarà possibile vedere in streaming una selezione di film del concorso e delle passate edizioni, e la collaborazione con Spotify, dove verranno pubblicate playlist a tema noir create sia dagli utenti che dagli ospiti internazionali. Il NoirFest, infine, sarà il primo festival cinematografico italiano ad avvalersi della tecnologia 4K per tutti i film della selezione.

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250