Incierta gloria (2017)
Sage Femme (2017)
Fiore (2016)
The Fixer (2016)
Brimstone (2016)
Home (2016)
The Other Side of Hope (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROTTERDAM 2014 Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

La Estrella fugaz di Lluís Miñarro a Rotterdam

di 

- Il debutto nella finzione del produttore catalano concorrerà per il Premio Tiger

La Estrella fugaz di Lluís Miñarro a Rotterdam
Estrella fugaz di Lluís Miñarro

Dopo due incursioni nel documentario (Familystrip [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Blow Horn, entrambi del 2009), il produttore Lluís Miñarro, bandiera del cinema d'autore sia in Spagna che fuori, torna alla regia, e stavolta, in un film di finzione. Il suo Stella cadente [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Luis Miñarro ­
festival scope
scheda film
]
(o Estrella fugaz) è il suo biglietto da visita nel lungometraggio non documentario ed è stato selezionato al Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam (che si terrà dal 22 gennaio al 2 febbraio) per la sua prima mondiale, in lizza per il Premio Tiger.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il produttore, la cui compagnia Eddie Saeta ha sostenuto film di importanti cineasti internazionali (fra gli altri, Liverpool di Lisandro Alonso, Lo strano caso di Angelica [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Manoel de Oliveira e la Palma d'Oro Lo zio Boonmee che si ricorda le sue vite precedenti [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Apichatpong Weerasethakul), si addentra, per il suo primo film di finzione, nel fugace regno di Amedeo di Savoia in Spagna, che intorno al 1870 cercò di mettere ordine e modernizzare un paese ingovernabile. Stella cadente ritrae, con un potende sfondo ispirato alla crisi spagnola attuale, un re incompreso che si chiude in se stesso: fuori dal palazzo il paese è in rovina, mentre dentro di esso la sua corte si abbandona a giochi, amore, piaceri, bellezza e malinconia.

Lluís Miñarro riunisce un cast di lusso, con Àlex Brendemühl, Bárbara Lennie e Lola Dueñas protagonisti. La sceneggiatura, scritta da Sergi Belbel e lo stesso Miñarro, si converte in immagini sotto la direzione della fotografia di Jimmy Gimferrer, fortemente influenzata da opere artistiche dell'epoca. Eddie Saeta produce e guida le vendite.

Fuori concorso a Rotterdam figurano altri titoli spagnoli che saranno presentati per la prima volta al festival: La distancia, il nuovo film di Sergio Caballero, già vincitore del Tiger nel 2010 con Finisterrae [+leggi anche:
intervista: Sergio Caballero
scheda film
]
(prodotto proprio da Miñarro); La cueva, film horror di Alfredo MonteroSobre la marxa, opera prima di Jordi Morató, patrocinata da Isaki Lacuesta, e la coproduzione cubana Hotel Nueva Isla, di Irene Gutiérrez e Javier Labrador.

Ma la rappresentanza spagnola non finisce qui. Anche Costa da Morte [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lois Patiño
festival scope
scheda film
]
di Lois Patiño, Historia de la meva mort [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Albert Serra
festival scope
scheda film
]
di Albert Serra, Caníbal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Manuel Martín Cuenca
scheda film
]
di Manuel Martín Cuenca, El futuro [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
di Luis López Carrasco e El rayo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Fran Araújo e Ernesto de Nova, tutti presentati in festival precedenti, avranno spazio nelle sezioni parallele di Rotterdam.

(Tradotto dallo spagnolo)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring