Les Gardiennes (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
L'insulto (2017)
Makala (2017)
Winter Brothers (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROTTERDAM 2014

email print share on facebook share on twitter share on google+

Farewell to the Moon: addio all'innocenza

di 

- L'olandese Dick Tuinder presenta a Rotterdam un riuscito affresco sul disfacimento di una famiglia negli anni '70, in piena rivoluzione sociale

Farewell to the Moon: addio all'innocenza

Nel 1969, l'uomo sbarcò sulla Luna. L'Apollo 11 atterrò sul satellite (ma l'evento, per alcuni, rimane controverso) riempiendo di nuove e strane speranze l'industria, l'economia e anche la società, cui sembrava che una nuova era stesse per iniziare. Solo tre anni dopo, nel 1972, l'Apollo 17 chiudeva le missioni sulla Luna, e con esse, secondo il regista olandese Dick Tuinder in Farewell to the Moon [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, si chiuse quella nuova era che guardava a un futuro tanto attraente quanto sconcertante.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film, che è prodotto da Film Colonna e gareggia per il Tiger Award al Festival di Rotterdam, si svolge nei Paesi Bassi, in un palazzo dove vive Duch (Ward Jansen), ragazzino di 12 anni che spende il suo tempo a sognare di diventare astronauta e a guardare Mary (Elise Schaap), la bella ventenne che abita alla porta accanto. Ma è l'arrivo nell'edificio di una nuova coppia e la loro figlia a rivoluzionare la sua vita: il loro liberalismo sessuale e morale provoca il disfacimento della sua famiglia. Il film diventa così il ritratto di una spaccatura tra i suoi genitori (Lotte Proot e Marcel Hensema), tra questa nuova vita che suo padre decide di abbracciare e la vecchia vita cui sua madre si aggrappa con le unghie e con i denti.

Tuinder firma una storia convenzionale, a metà tra dramma e commedia, il cui peso ricade sulla madre di Duch, Piet, che tenta di preservare tutto ciò che questa piccola rivoluzione sociale sta spazzando via. Tuinder, cineasta, sceneggiatore ma anche artista, crea un universo originale ricco di intrecci e percorso da un alone nostalgico e sognante, in un'atmosfera di malinconia, ingenuità e disinganno. Farewell to the Moon utilizza una storia senza pretese per dire addio all'innocenza: quella dell'uomo sulla Luna, quella della nuova rivoluzione sociale, quella dei genitori di Duch e, infine, quella di Duch.

(Tradotto dallo spagnolo)

Leggi anche

EFA
Bridging_the_dragon_Home
ArteKino
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss