Rester vertical (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Belle Dormant (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINALE 2014 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

EFM: Pyramide surfa su Leviathan

di 

- Con una line-up piena di titoli interessanti in post-produzione, tra cui il prossimo Zvyagintsev, la società francese si è preparata per Cannes a Berlino

EFM: Pyramide surfa su Leviathan
Leviathan di Andreï Zvyagintsev

Di ritorno dalla Berlinale, la società francese di vendite Pyramide International ha annunciato il bilancio delle sue vendite all'European Film Market. Tra i titoli della line-up si è distinto in particolar modo Leviathan del russo Andreï Zvyagintsev, uno dei pretendenti più seri alla competizione del 67mo Festival di Cannes (dal 14 al 25 maggio 2014) e che è stato prevenduto per il Regno Unito (Curzon), Spagna (Golem), la Polonia (Against Gravity), Benelux (Lumière), Svizzera (Cineworx), i territori della ex Yugoslavia (MCF - Megacom Film), Grecia (Seven Film), Turchia (Calinos Film) e Australia (Palace Entertainment).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A Berlino, la squadra diretta da Eric Lagesse e guidata da Lucero Garzon ha anche venduto il documentario La cour de Babel (School of Babel) [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
della francese Julie Bertuccelli (proiettato all'EFM e che Pyramide lancerà il 12 marzo nelle sale francesi) per il Regno Unito e l'Irlanda (New Wave Film), l'Italia (Kitchen Film), il Benelux (Les Films de l'Elysée) e la Svizzera (Agora Film).

Pyramide non manca di pezzi forti in post-produzione come Xenia del greco Panos Koutras, Le dernier coup de marteau (The Last Hammer Blow) di Alix Delaporte (leggi l'articolo – secondo lungometraggio della regista di Angèle et Tony [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e Le beau monde (High Society) di Julie Lopes-Curval (con Ana Girardot, Bastien Bouillon e Sergi Lopez), senza dimenticare le opere prime Mountain (Montanha) del portoghese João Salaviza (leggi la news), Hope di Boris Lojkine (articolo) e Party Girldel trio Marie Amachoukeli - Claire Burger - Samuel Theis (articolo).

(Tradotto dal francese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250