Valley of Shadows (2017)
On Body and Soul (2017)
The Line di Peter Bebjak
God's Own Country (2017)
Absence of Closeness (2017)
Handia (2017)
I Am Not a Witch (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Germania

email print share on facebook share on twitter share on google+

Mani in alto: Banklady arriva nelle sale

di 

- La prima rapinatrice di banche tedesca è in buona compagnia, in cartellone, con un film premio Oscar e diversi favoriti ai festival

Mani in alto: Banklady arriva nelle sale

Mentre Warner punta sulla commedia recente vincitrice di un premio Oscar Lei di Spike Jonze, Studiocanal lancia sugli schermi tedeschi una produzione locale (della società berlinese Syrreal Entertainment) molto attesa per il suo soggetto appassionante. Si tratta di Banklady [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Christian Alvart, che racconta la storia vera di Gisela Werler, la prima rapinatrice di banche donna che tra il 1965 e il 1967 svaligiò 19 istituti di credito prima di essere arrestata. Questa figura che affascinò immediatamente il pubblico (furono i media a ribattezzarla Banklady) e già portata più volte sullo schermo (anche in un film d'animazione: Gisela di Katja Baumann), ha stavolta il volto dell'attrice Nadeshda Brennicke, che divide il set con Charly Hübner nel ruolo del suo amante e complice Hermann Wittdorf.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il pubblico tedesco potrà anche scoprire grazie a Majestic il nuovo film di Feo Aladag (La straniera [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Feo Aladag
intervista: Feo Aladag
scheda film
]
), Inbetween Worlds [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Feo Aladag
scheda film
]
, in concorso all'ultimo Festival di Berlino (leggi la recensione). In questa produzione della società Independent Artists, l'ottima regista posa il suo sguardo sottile e profondamente umano sulla relazione tra un ufficiale tedesco (Ronald Zehrfeld) in Afghanistan e il suo interprete locale.

Dal canto suo, Senator distribuisce West [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Christian Schwochow (l'ammirato autore di Cracks in the Shell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la cui carriera ha ormai spiccato il volo), con Jördis Triebel nel ruolo di una donna della Germania dell'Est che alla fine degli anni '70 decide di passare a Berlino Ovest con suo figlio, dove dovrà confrontarsi col suo passato e subire gli interrogatori sul suo compagno morto Wassilij, padre di suo figlio. Questo film ha riunito gli sforzi di zero one, ö-Film e TERZ Filmproduktions.

La lista delle grosse uscite tedesche della settimana non finisce qui: il distributore Daredo propone l'interessante commedia Love Steaks [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
, primo lungometraggio di Jakob Lass che racconta in maniera diretta, vera, talvolta cruda, una storia d'amore improbabile che nasce dietro le quinte di un hotel di lusso. Rapid Eye Movies lancia invece l'affascinante coproduzione franco-tedesco-irachena My Sweet Pepper Land [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
di Hiner Saleem, con Golshifteh Farahani, presentata a Cannes l'anno scorso nella sezione Un Certain Regard (leggi la recensione).

Si segnalano infine altre tre novità europee: la commedia danese Antboy di Ask Hasselbalch, su un supereroe di dodici anni (distr. MFA); il documentario Deutschboden di André Schäfer, che s'interessa ai cliché sull'alcolismo e le idee di estrema destra degli abitanti della provincia del Brandeburgo (distr. W-Film); il documentario austriaco Population Boom di Werner Boote (mindjazz).

(Tradotto dal francese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss