Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Polonia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Warsaw Uprising: il passato riprende colore

di 

- Jan Komasa racconta la Rivolta di Varsavia con un film di guerra inedito realizzato rielaborando i cinegiornali dell'epoca

Warsaw Uprising: il passato riprende colore

Sei ore di materiale documentario originale sulla Rivolta di Varsavia nell'agosto 1944, 1440 ore di colorazione e restauro, 112 000 immagini: sono alcune delle cifre che riassumono Warsaw Uprising [+leggi anche:
trailer
intervista: Zofia Wichlacz
scheda film
]
, lungometraggio di Jan Komasa il cui intento era di realizzare "il primo film di guerra non di finzione al mondo ad essere montato interamente sulla base di cinegiornali autentici e a colori". Un'opera distribuita oggi nelle sale polacche da Next Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dopo il successo di Suicide Room [+leggi anche:
trailer
intervista: Jakub Gierszal - Shooting …
intervista: Jan Komasa
scheda film
]
, che trattava il tema della nuova generazione "dipendente" da Internet (un film premiato dall'Accademia Polacca del Cinema e ai festival di Gdynia, Wroclaw, Cracovia, Toronto e Ginevra), Jan Komasa si è rivolto alla Storia. Come materiale di base per Warsaw Uprising, ha utilizzato le immagini girate nel 1944 da due giovani fratelli reporter e cameramen dell'ufficio d'informazione e propaganda della resistenza polacca. La loro missione era di documentare l'insurrezione in vista di future proiezioni in sala. E nella loro ricerca delle inquadrature migliori, i due fratelli constatarono di essere arrivati fino al cuore della guerra, in tutti i suoi aspetti infernali e apocalittici.

Per realizzare il suo film di 85 minuti e raccontare questi eventi storici con un realismo senza precedenti, Jan Komasa ha collaborato con una squadra di esperti di restauro audiovisivo. La chiave dell'operazione è stata la colorazione guidata da Piotr Sobocinski (direttore della fotografia, fra gli altri, di Rosa [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Traffic Department [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Wojtek Smarzowski
scheda film
]
). Le immagini sono state colorate una per una, con il massimo del realismo possibile, senza alcuna stilizzazione e al termine di un'analisi storica dettagliata degli oggetti e dei vestiti dell'epoca conservati nei musei e nelle collezioni private. Da notare anche la qualità del montaggio (Joanna Brühl) e della musica del film (Bartosz Chadecki).

Prodotto da Jan Oldakowski e Pior Sliwowski (anche autori della sceneggiatura con Joanna Pawluskiewicz) per il Museo della Rivolta di Varsavia, e da House Media Company, Warsaw Uprising ha beneficiato del sostegno del Polish Film Institute.

(Tradotto dal francese)

Film Business Course
WBImages Locarno
Emilia Romagna_site IT
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss