Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2014 Distribuzione/Francia/Danimarca/Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

Una questione di sopravvivenza

di 

- CANNES 2014: All’Assemblea dei Registi della Quinzaine des Réalizateurs, filmmaker e produttori indipendenti hanno parlato delle difficoltà che incontrano a finanziare e distribuire i loro film

Una questione di sopravvivenza
L’Assemblea dei Registi

Nonostante le tante nuove opportunità dell’era digitale di trovare finanziamenti e distribuire film su varie piattaforme, la produzione e la distribuzione dei lungometraggi non è per questo più semplice. “Tanti film non fanno soldi”, ha affermato la regista danese Lone Scherfig (Italiano per principianti, An Education [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) all’Assemblea dei registi della Quinzaine des Réalizateurs a Cannes, che quest’anno ha affrontato il tema “Cosa vogliono i filmmaker per l’Europa di domani?”. “Per i produttori è un peso curare film che non portano soldi”, ha continuato.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Come il noto scrittore e regista Walter Salles (Central do Brasil, I diari della motocicletta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) ha descritto, i film d’essai sono a rischio in Brasile. “La storia del cinema brasiliano è fatta di costanti rinascite”, ha commentato. Dato il dominio delle produzioni hollywoodiane, in Brasile è stato necessario reinventare un altro modo per mostrare il cinema nazionale. “Nel 1989, il Brasile ha attraversato una crisi tremenda”, ha spiegato il regista: “Per cinque anni non abbiamo prodotto neanche un film”. Nel 1994, il Brasile ha creato un fondo cinematografico: “Avevamo bisogno di riflettere la nostra cultura sui nostri schermi - il cinema è il modo migliore per farlo”.

Salles è convinto che l’azzardo artistico ripaghi: “Tanti registi brasiliani fanno commedie. Ma avranno un futuro?”. Il filmmaker crede che il supporto pubblico sia la soluzione migliore, e in aggiunta il finanziamento con crowdfunding è sempre più comune.

In Spagna, la situazione del cinema d’autore è difficile a causa della pirateria. Negli ultimi dieci anni, il numero di spettatori al cinema è calato 100 a 70 milioni l’anno. “Dobbiamo fare qualcosa”, ha sottolineato il premiato regista locale Pablo Berger (Blancanieves [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pablo Berger
scheda film
]
). “Stiamo perdendo il nostro pubblico - al cinema ma anche in TV”. Una delle ragioni principali della crisi è che l’IVA sull’intrattenimento è passata dall’8 al 22% nel paese.

Anche in Francia la distribuzione di film d’autore è sempre più complicata: “Il pubblico vuole vedere i film piccoli solo in VoD”, ha spiegato il filmmaker francese Christophe Ruggia (The Devils). “Ogni settimana in Francia escono 20 film”. Il risultato di questa elevata produzione è la rotazione. “Cosa fai se il tuo film esce dalle sale dopo una o due settimane?”, ha chiesto il regista. “Dobbiamo trovare una soluzione perché è una questione di sopravvivenza”.

Nel paese è in corso anche una battaglia con le TV sulla cronologia dei media Pay TV, DVD, VoD e TV gratuita. Come nuovo attore, Netflix partirà con una piattaforma VoD in Francia a settembre, che potrebbe cambiare le carte in tavola: “France 2 e Canal Plus stanno combattendo per fermarlo e proteggere il sistema”.

I filmmaker si sono detti d’accordo sul fatto che un film ha migliori possibilità se esce in sala: “è essenziale scoprire un film sul grande schermo”, ha riassunto Salles. “I tuoi film preferiti sono quelli che hai visto al cinema”, ha ribadito Scherfig. “I bambini che crescono oggi scaricheranno film da internet”, ha aggiunto la regista ungherese Ágnes Kocsis (Magyarország 2011). “I ragazzi hanno bisogno dell’esperienza cinematografica, ed è per questo importante offrire programmi scolastici per loro col supporto di Europa Creativa.”

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss