Thelma (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Repubblica Ceca/Ungheria

email print share on facebook share on twitter share on google+

Tre film ungheresi in vetrina a Karlovy Vary

di 

- Free Fall di György Palfi è in lizza nel concorso ufficiale, Afterlife e For Some Inexplicable Reason in East of the West

Tre film ungheresi in vetrina a Karlovy Vary
György Palfi

Con tre prime mondiali in programma, la produzione ungherese sarà molto ben rappresentata al 49mo Festival di Karlovy Vary che comincia domani. György Pálfi tornerà con Free Fall [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (leggi l’articolo) in competizione ufficiale, cui aveva già partecipato nel 2009 con I Am Not Your Friend. Ricordiamo che il regista ha anche diretto Hukkle, Taxidermie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Un Certain Regard a Cannes nel 2006) e Final Cut - Ladies and Gentlemen [+leggi anche:
recensione
intervista: Gyorgy Palfi
scheda film
]
(Cannes Classics nel 2012). Prodotto da Ferenc Pusztai per KMH Film, Free Fall è coprodotto dalla Francia (Sciapode) e la Corea del Sud.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

KMH Film sarà presente anche nella sezione competitiva East of the West con Afterlife [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Virág Zomborácz
scheda film
]
, opera prima della regista Virág Zomborácz (leggi l’articolo e vedi il making of).

Un’altra opera prima ungherese figura in East of the West: For Some Inexplicable Reason [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gábor Reisz. Interpretato da Áron Ferenczik, Katalin Takács e Zsolt Kovács, il film (la cui sceneggiatura è firmata dal cineasta) è una commedia eccentrica centrata su un giovane uomo che ha appena finito gli studi, ancora sostenuto economicamente dai suoi genitori, alla ricerca di un lavoro e che non sa ancora bene cosa vuole fare. Piantato dalla sua ragazza, decide di lanciarsi nell’ignoto…

Prodotto da Julia Berkes per Proton Cinema (la società partner di tutti i film di Kornel Mundruczo, premiato di recente a Cannes con White God [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Kornél Mundruczó
scheda film
]
), For Some Inexplicable Reason è coprodotto dalla University of Theatre and Film Art di Budapest. Le vendite internazionali sono affidate alla società francese Alpha Violet.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss