Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Slovacchia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il dramma pugilistico slovacco Goat conquista Works in Progress a Karlovy Vary

di 

- Goat è tornato a casa con il premio al progetto più promettente

Il dramma pugilistico slovacco Goat conquista Works in Progress a Karlovy Vary
Ivan Ostrochovský (© Karlovy Vary International Film Festival)

Goat, debutto di Ivan Ostrochovský, ha conquistato il premio principale della sezione Works in Progress a Karlovy Vary. Il giovane filmmaker slovacco ha co-diretto anche il documentario Velvet Terrorists [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e co-prodotto con Sentimentalfilm titoli apprezzati come Matchmaking Mayor di Erika Hníková e Made in Ash [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Iveta Grófóva
intervista: Jiří Konečný
festival scope
scheda film
]
di Iveta Grófová. L’iniziativa  Works in Progress quest’anno ha proposto 14 film di registi dall’Europa Centrale e Orientale, tre dei quali arrivati in shortlist (oltre a Goat c’erano la co-produzione ceco-polacca Journey to Rome e il russo The Gulls).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Goat è attualmente in post-produzione ma ha bisogno ancora di riprese e montaggio addizionali, e la prima è fissata al 15 gennaio. Il film parla del pugile rom (realmente esistente) Peter Baláž, soprannominato “Goat” (‘Capra’), e la storia è ispirata alla sua vita. “Con la fidanzata Miška, vive in povertà in un campo in periferia. Miška scopre di essere incinta, ma mentre Capra vuole un figlio suo, lei lo rifiuta perché sono coperti di debiti e senza nessuna soluzione prossima. La ragazza vuole abortire e per questo lascia Capra, trasferendosi dai genitori, e Capra decide di guadagnare il denaro di cui hanno bisogno sul ring”.

La giuria che ha assegnato 10.000€ a Ostrochovský era composta dal direttore artistico Mihai Chirilov (Transilvania International Film Festival), Guillaume de Seille (Arizona Productions) e dal direttore vendite Niloufar Siassi (Fortissimo Films), e ha apprezzato “i caratteri solidissimi e lo stile visivo triste e divertente di un regista capace di unire tocchi leggeri a una narrazione pesante con una presentazione cristallina e convincente”.

Goat è prodotto dalla compagnia di Ostrochovský e Marek Urban, Sentimentalfilm, e co-prodotto da Jiří Konečný per Endorfilm.

Intervista

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss