Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
Thelma (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

VENEZIA 2014 Svezia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il primo film di Andersson da sette anni in concorso a Venezia

di 

- A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence di Roy Andersson è in concorso per il Leone d’Oro alla 71^ edizione del festival

Il primo film di Andersson da sette anni in concorso a Venezia
A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence di Roy Andersson

A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
, primo film da sette anni del regista svedese Roy Andersson, sarà proposto in prima mondiale in concorso per il Leone d’Oro alla 71^ edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che si tiene dal 27 agosto al 6 settembre.

Andersson, che con il suo ultimo film You, the Living [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pernilla Sandström
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
(2007) aveva conquistato il Nordic Council Film Prize e quattro premi nazionali svedesi Guldbagge, ha scritto personalmente la storia di due stanchi commessi viaggiatori di forniture per feste e un mondo caotico tra passato, presente e futuro, tra realtà e fantasia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“Per me è un onore presentare a Venezia il mio film, dato che l’Italia ha generato così tanti capolavori innovativi e indimenticabili della storia del cinema, realizzati da Vittorio De Sica, Michelangelo Antonioni, Federico Fellini e Pier Paolo Pasolini, per citarne solo alcuni. Per me, Ladri di biciclette di De Sica è ancora senza rivali”, ha dichiarato Andersson.

Noto per aver definito un nuovo standard nel realismo psicologico, per il sottile umorismo nero e la narrazione visiva (e famoso anche per essere un perfezionista e molto lento), Andersson ha realizzato solo cinque lungometraggi dal 1970, incluso A Pigeon. Il suo Canzoni del secondo piano (2000) ha vinto un Premio della Giuria a Cannes e nel 2009, il Museum of Modern Art di New York ha proposto una retrospettiva delle sue opere.

Il primo candidato svedese al Leone d’Oro degli ultimi 25 anni è prodotto da Pernilla Sandström per Roy Andersson Filmproduktion, in co-produzione con la francese Société Parisienne de Production, la norvegese e la tedesca Essential Filmproduktion. Coproduction Office-Paris cura le vendite internazionali.

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss