Valley of Shadows (2017)
On Body and Soul (2017)
The Line di Peter Bebjak
God's Own Country (2017)
Absence of Closeness (2017)
Handia (2017)
I Am Not a Witch (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Israele

email print share on facebook share on twitter share on google+

Zero Motivation batte i record al botteghino in Israele

di 

- La nuova commedia di Talya Lavie ha fatto registrare circa 260.000 spettatori da giugno

Zero Motivation batte i record al botteghino in Israele
Zero Motivation di Talya Lavie

Zero Motivation, la nuova commedia scritta e diretta da Talya Lavie, ha battuto tutti i record nella storia del cinema israeliano. Dal 27 giugno, quando è stato proiettato per la prima volta in soli 20 cinema, circa 260.000 spettatori hanno trasformato questo film in un record, in un momento in cui molti israeliani sono costretti a restare chiusi nei rifugi per sfuggire ai pesanti attacchi missilistici. 

Zero Motivation racconta la quotidianità di una giovane donna soldato israeliana in una sperduta base militare nel deserto. Il film di Lavie mostra la routine delle donne soldato nell’ufficio risorse umane, descrivendo con intelligenza la loro umiliante situazione nell’esercito israeliano. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Il desiderio degli spettatori di farsi una bella risata, le ottime recensioni e il passaparola lo hanno reso un successo”, sostiene il produttore Eilon Ratzkovsky, di July August Productions. "Ogni volta che produco un film, ci credo, credo nel suo potenziale. Nel caso di Zero Motivation, tutte le fasi della produzione, dalle riprese al montaggio, mi hanno dato la sensazione di avere un film speciale. La sensazione è stata confermata quando abbiamo iniziato le proiezioni di prova e abbiamo visto la reazione degli spettatori”.

Katriel Schory, direttore generale di Israel Film Fund, che ha appoggiato il film, sostiene che il successo della pellicola in Israele abbia oltrepassato le attese. Schory, che ha alle spalle anni di esperienza nel campo dei film in Israele, non ricorda un tale successo in periodi di guerra in Israele.

Talya Lavie, regista e sceneggiatrice, tra le tante sorprese che il film le ha riservato segnala anche l’età degli spettatori: tra 16 e 80 anni. Riceve continuamente messaggi e telefonate da giovani e anziani che hanno visto e apprezzato il film. Anche questo ne spiega il grande successo.

(Tradotto dall'inglese)

Warsaw
EPI Distribution
LIM
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss