Corpo e anima (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
The Nothing Factory (2017)
Soleil battant (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LOCARNO 2014 Concorso

email print share on facebook share on twitter share on google+

A Blast: un'esplosione controllata e minuziosamente pianificata

di 

- Il secondo film del regista greco Syllas Tzoumerkas racconta la storia di una donna che non sopporta la frustrazione causata dai suoi problemi personali e dalla società

A Blast: un'esplosione controllata e minuziosamente pianificata

Syllas Tzoumerkas fa parte di una nuova generazione di registi greci i cui film trattano più o meno la situazione politico-sociale del paese. Mentre è facile per il grande pubblico e per i critici cinematografici trovare aspetti della crisi economica in ogni film greco realizzato negli ultimi cinque anni, nell’ultima opera di Tzoumerkas, A Blast [+leggi anche:
trailer
intervista: Syllas Tzoumerkas
scheda film
]
, in anteprima mondiale a Locarno e selezionata al festival di Sarajevo, la situazione del paese è intrinsecamente mischiata alla storia e ai personaggi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Maria (Angeliki Papoulia, divenuta celebre per il suo ruolo in Canine [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Yorgos Lanthimos
scheda film
]
) ha sposato il marinaio Yannis (l’esordiente Vassilis Doganis) quando aveva vent’anni. Oggi hanno tre figli e sembra che lui la ami sinceramente, almeno da quello che lei può vedere. Sebbene stia lontano da casa sei mesi all’anno, resta costantemente in contatto con lei via Skype e le invia video divertenti e amorevoli fatti espressamente per lei durante i suoi viaggi. La sua infedeltà con prostitute e un collega marinaio è rivelata al pubblico, ma non a sua moglie.

Tuttavia, Maria è infelice. Sua madre, inchiodata sulla sua sedia a rotelle, ha accumulato enormi debiti a causa del loro negozio di alimentari, la loro casa e la loro residenza estiva, e il padre l’aiuta a fatica a far fronte ai problemi finanziari. Gogo (Maria Filini, anche lei per la prima volta sullo schermo) è sposata con il gestore di una discarica, Costas (Efthymis Papadimitriou, visto in Runaway Day [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
in competizione al festival di Sarajevo 2013), le cui opinioni sono vicine all’estrema destra. Il film non dice mai che è membro di Alba Dorata, ma ne ha tutta l’aria.

Ma soprattutto, Maria desidera Yannis più di quanto avrebbe immaginato dopo la loro prima notte d’amore, una scena di sesso torrido e promesse appassionate di cui vediamo degli estratti durante tutto il film, in contrasto con altri eventi cronologicamente lontani. Il montaggio della tedesca Kathrin Dietzel, che lavora per la prima volta su un film di finzione dopo diversi documentari, utilizza numerosi flashback e visioni premonitorie destinate a far crescere la tensione emotiva e intellettuale fino al punto culminante del film, al posto di una narrazione lineare. Questo sistema funziona molto bene e crea una tensione considerevole fino all’esplosione, in senso metaforico e letterale.

Tzoumerkas è riuscito ad associare diversi elementi della storia in un modo sorprendentemente rigoroso, creando un’esperienza tutta nuova per lo spettatore. Personaggi (Maria, passionale e ribelle, e Yannis, libidinoso) e il loro complesso rapporto con temi come la crisi economica e morale, il crollo dei valori tradizionali e liberali e l’ascesa del neo-nazismo nella società greca: A Blast è un film di rabbia e rivolta controllate, esattamente come il suo personaggio principale. Quando Maria esplode, lo fa con logica e dopo averlo pianificato meticolosamente.

Il film è prodotto dalla società greca Homemade Films e coprodotto dai greci di Graal, Marni Films, Pan Entertainment e Prosenghisi Film & Video, i tedeschi di unafilm e di MAMOKO Entertainment e gli olandesi di PRPL e Bastide Films, con la partecipazione di ZDF/ARTE. Le vendite internazionali di A Blast sono gestite da Homemade Films.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss