Les Gardiennes (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
L'insulto (2017)
Makala (2017)
Winter Brothers (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROMA 2014

email print share on facebook share on twitter share on google+

Festival di Roma: la festa degli spettatori

di 

- Si svolgerà dal 16 al 25 ottobre la nona edizione della manifestazione romana, la terza diretta da Marco Müller. Ad assegnare i premi sarà il pubblico

Festival di Roma: la festa degli spettatori
La foresta di ghiaccio di Claudio Noce

Il Festival Internazionale del Film di Roma torna ad essere festa, così come era stato concepito alle origini, e punta tutto sul pubblico. La principale novità della manifestazione romana, la cui 9^ edizione si svolgerà dal 16 al 25 ottobre 2014 all’Auditorium Parco della Musica, si conferma infatti (come già anticipato durante l’estate - leggi la news) l’abolizione della giuria internazionale e il ruolo protagonista degli spettatori che saranno chiamati ad assegnare, in base alle preferenze espresse all’uscita dalle proiezioni, i premi in tutte le linee di programma: Cinema d’Oggi, Gala, Mondo Genere, Prospettive Italia (fiction e documentario).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La parola d’ordine di questa terza edizione diretta da Marco Müller, che conta su un budget di 6 milioni di euro per metà fornito dai 38 sponsor privati e sul rinnovato coinvolgimento del Mibact (leggi la news), è “sterzata”: “L’idea forza degli appuntamenti festivalieri si è mostrata invecchiata”, ha affermato oggi alla presentazione del programma ufficiale il direttore artistico, il cui contratto scade questo dicembre, “e Roma è più che mai adatta a nuove formule, essendo in continuo movimento e trasformazione”. Riguardo all’annosa questione della concorrenza con la Mostra di Venezia, Müller ha aggiunto che “c’è spazio per tutti, l’importante è mantenere la propria specificità. Ed è quello che cerchiamo di fare, battendo piste meno prevedibili e mantenendo una distanza equa nel calendario sia da Venezia che da Torino”.

Guardando il programma di quest’anno, sono 51 i lungometraggi in selezione ufficiale (di cui 24 prime mondiali e 11 opere prime), 21 i paesi rappresentati. Nel concorso Cinema d’Oggi, che ospita film di autori sia affermati che giovani, spiccano tre italiani: Biagio di Pasquale Scimeca, La foresta di ghiaccio di Claudio Noce, con Emir Kusturica e Ksenia Rappoport, e I milionari [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Alessandro Piva. Tra i titoli europei in prima mondiale figurano Lucifer del belga Gust Van den Berghe, e i tedeschi The Lies of the Victors di Christoph Hochhäusler e We Are Young. We Are Strong di Burhan Qurbani. In prima europea si segnalano Trash del regista inglese Stephen Daldry (in collaborazione con la sezione autonoma Alice nella Città - leggi il programma) e il titolo portoghese The Maias - Story of a Portuguese Family [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di João Botelho

In Gala, selezione di pellicole “popolari ma originali”, sono attesi Buoni a nulla di Gianni Di Gregorio, Tre tocchi di Marco Risi e Eden [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
della francese Mia Hansen-Løve, oltre a Phoenix [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Christian Petzold
scheda film
]
del tedesco Christian Petzold, Soul Boys of the Western World [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, opera prima del britannico George Hencken sugli Spandau Ballet, Escobar: Paradise Lost [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Andrea Di Stefano, con Benicio del Toro, e le commedie che apriranno e chiuderanno il festival: Soap opera [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Alessandro Genovesi e Andiamo a quel paese [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ficarra e Picone (leggi la news). In Mondo Genere, l’unica presenza europea è La prochaine fois je viserai le coeur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Cédric Anger, mentre nella sezione Prospettive Italia sono programmati 8 film (di cui 5 documentari), tra cui Fino a qui tutto bene di Roan Johnson e Largo Baracche di Gaetano di Vaio

Tra gli incontri con il pubblico sono da citare, fra gli altri, quelli con Park Chan-Wook, Clive Owen (protagonista di una serata-evento in cui sarà proiettata la serie The Knick di Steven Soderbergh), Takashi Miike (che riceverà il Director Maverick Award), Wim Wenders e Asia Argento. Il regista brasiliano Walter Salles ritirerà il Marc’Aurelio alla carriera. Ricordiamo infine, dal 17 al 21 ottobre, l’appuntamento con il Mercato Internazionale del Film di Roma, che quest’anno ha registrato un 25% in più di presenze internazionali (e le iscrizioni non sono ancora chiuse).

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss