Thelma (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Atto VI per Lumière

di 

- Nuova tappa della rinascita popolare del cinema di patrimonio organizzata a Lione da Thierry Frémaux e sostenuta da ospiti illustri

Atto VI per Lumière
Pedro Almodóvar riceverà il Premio Lumière 2014

Sale piene ed entusiaste nello scoprire grandi opere del patrimonio cinematografico mondiale (in copie nuove e restaurate) mentre l’epoca in cui viviamo sembra votata piuttosto all’iper modernità e al consumo individuale: è questa l’impresa riuscita del Festival Lumière la cui 6^ edizione comincerà lunedì 13 ottobre a Lione. La passione cinefila, l’energia e l’agenda delle due guide dell’Institut Lumière (Thierry Frémaux e Bertrand Tavernier) hanno saputo fare dell’evento un appuntamento molto popolare, che mescola specialisti della settima arte e nuove generazioni che si concedono un’iniziazione accelerata ai classici. Il tutto in un contesto economico in cui i film del passato conoscono un netto ritorno d’interesse grazie alla moltiplicazione dei canali di diffusione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dal 13 al 19 ottobre, il Festival Lumière si svolgerà in 62 luoghi, 26 comuni e 40 luoghi di proiezione del Grand Lyon per un totale di 300 spettacoli. La manifestazione organizza anche la seconda edizione del Mercato del Film Classico (dal 15 al 17 ottobre con una giornata dedicata ai distributori).

Dando un volto molto glamour al festival, numerosi ospiti verranno a presentare le loro opere, in particolare lo spagnolo Pedro Almodóvar che riceverà il Premio Lumière 2014 e che ha ideato due programmazioni "Carte blanche".

Omaggi saranno resi, in loro presenza, ad attrici iconiche come Faye Dunaway (che presenterà Bonnie and Clyde in apertura del festival) e Isabella Rossellini, al cineasta canadese Ted Kotcheff e al suo omologo americano Michael Cimino. Una master class sarà dedicata a un incontro con il compositore francese premio Oscar Michel Legrand.

Sono annunciati anche i cineasti Michel Hazanivicius (con in proiezione speciale l’anteprima di The Search [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Michel Hazanavicius
scheda film
]
in una versione alleggerita di 15 minuti rispetto alla sua proiezione cannense), Alan Parker, Nicole Garcia, Radu Mihaileanu, Jaime Rosales, Alain Cavalier, Rachid Bouchareb, Christian Carion, Jean-Pierre Jeunet, Jean-Paul Salomé, Luc Jacquet, Daniel Cohen, Eric Guirado, Tonie Marshall, Rebecca Zlotowki, Anne Le Ny e il trio Marie Amachoukeli - Claire Burger - Samuel Theis.

Tra le attrici saranno presenti Marisa Paredes, Bérénice Bejo, Stéphane Audran, Aure Atika, Elena Anaya e Rossy de Palma, mentre tra gli attori figurano Keanu Reeves, Jean Rochefort, Franco Nero, Charles Berling, Jean-Pierre Marielle, Richard Anconina e Jean-Hughes Anglade.

Ospiti inoltre la montatrice americana Thelma Schoonmaker, lo sceneggiatore Jacques Fieschi e i produttori Alain Sarde, Nicolas Seydoux e Philippe Carcassonne.

Il ricco programma include due film di Murnau in cine-concerto, una retrospettiva "Le temps de Claude Sautet", uno zoom sulle opere di Frank Capra, un’esplorazione della filmografia di Ida Lupino, la saga samurai Musashi Miyamoto del giapponese Tomu Uchida, un’immersione nelle origini del western italiano e una notte Alien.

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss