Spoor (2017)
Laissez bronzer les cadavres (2017)
I Am Not a Witch (2017)
Handia (2017)
Valley of Shadows (2017)
The Square (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Polonia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Alternativi e indipendenti in vetrina al Tofifest

di 

- La manifestazione organizzata a Toruń conferma la sua singolarità con la sezione From Poland e titoli come Beavers e Polish Shit

Alternativi e indipendenti in vetrina al Tofifest
Beavers di Hubert Gotkowski

Cominciata sabato scorso, la 12ma edizione del Tofifest (che si svolge a Toruń fino al 26 ottobre) si caratterizza per una linea editoriale "ribelle" attraverso la sezione competitiva From Poland, che propone opere che si collocano al di fuori del "mainstream" nazionale: opere prime, produzioni indipendenti e titoli che superano i limiti dei generi ed entrano in altri ambiti artistici (teatro, clip musicali, videoarte).

Già identificato e apprezzato dal pubblico polacco (il suo primo lungometraggio, Consumers, aveva ricevuto una menzione speciale per un film indipendente a Gdynia nel 2009), Hubert Gotkowski ha presentato a Toruń la sua nuova opera: Beavers. Prodotto da DDN Productions, il film ha al suo attivo diversi premi ricevuti nei festivl polacchi dedicati al cinema indipendente e/o ai giovani registi (in particolare a Lublin, Rzeszów, Jelenia Góra).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'intreccio di Beavers è incentrato sulla tentazione di tornare ai vecchi ideali. Il titolo del film fa riferimento al nome di un gruppo rock formato da alcuni amici (Wojciech Solarz, Robert Jarociński, Sebastian Stankiewicz) prima che la vita non li porti su strade diverse. La sceneggiatura vede Marcin rientrare dall’Irlanda senza aver raggiunto l’obiettivo di migliorare la sua qualità di vita. Il suo amico Klocek fa il trafficante di psicotropi, mentre il terzo ex membro del gruppo gestisce bagni pubblici. Sull’orlo del suicidio, Marcin rinuncia a passare all’azione quando legge un annuncio di vendita della sua vecchia chitarra. Decide allora di recuperare il suo strumento e di rimettere in piedi il gruppo.

Dal canto suo, Grzegorz Jankowski, regista e giornalista TV, è stato selezionato a Toruń con la sua opera prima: Polish Shit. Come in Beavers, ritroviamo al centro del racconto un ambizioso gruppo di musicisti che tenta di registrare il suo primo disco e di promuoverlo con una tournée. Prodotto d Film It!, questo quasi-documentario che include tra i protagonisti una star della scena polacca della musica indipendente (Tymon Tymański, anche autore della sceneggiatura del film) e un celebre attore di cabaret (Grzegorz Halama), offre una rappresentazione iper satirica dello showbiz.

Beavers e Polish Shit sono distribuiti da Spectator.

(Tradotto dall'inglese)

WTW Documentaries
EPI Distribution
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss