Sieranevada (2016)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
Verano 1993 (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Confusi e felici, quando l'unione fa la forza

di 

- In uscita oggi con 01 il terzo film di Massimiliano Bruno, protagonista Claudio Bisio nei panni di uno psicanalista in crisi esistenziale

Confusi e felici, quando l'unione fa la forza
Confusi e felici di Massimiliano Bruno

"L'idea per questo film mi è venuta perché so di tante persone che hanno vari problemi e ricorrono allo psicanalista. Anche io da 15 anni sono in terapia. Si incontrano persone di tutti i tipi alle quali mi sono ispirato". Massimiliano Bruno parla con Cineuropa della sua terza pellicola dopo Nessuno mi può giudicare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2011) e Viva l'Italia [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2012), campioni al box office. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano con Rai CinemaConfusi e felici [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è distribuito da oggi con 01 in 450 copie. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film è la storia di uno psicanalista in crisi (Claudio Bisio), che viene aiutato dai suoi pazienti a vedere il bello della vita. Cinico e un po' cialtrone, Marcello improvvisamente molla tutto e si chiude in casa. Per trovare una soluzione, la segretaria (Anna Foglietta) convocherà i pazienti: uno spacciatore di borgata soggetto ad attacchi di panico (Marco Giallini), una ninfomane (Paola Minaccioni), un quarantenne mammone (lo stesso regista), una coppia in crisi sessuale (Pietro Sermonti e Caterina Guzzanti), un telecronista tradito dalla moglie (Rocco Papaleo).

"Volevo raccontare una realtà profonda con ironia e semplicità, come  ho sempre fatto con i miei film e sceneggiature", spiega ancora Bruno. "Per fortuna ho trovato gli attori che mi servivano: uno come Bisio, che si presta sempre alla commedia ma dando un certo spessore ai suoi personaggi. Ho raccontato qualcosa di me stesso attraverso di lui. E poi un Giallini particolarmente ispirato, e tutti gli altri". Con Felici e confusi "ho voluto anche dare un messaggio forte di speranza", conclude il regista. "Dalle difficoltà si può uscire, aiutandosi a vicenda".

Emilia Romagna_site IT
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss