Ma Loute (2016)
Compte tes blessures (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Callback (2016)
Riparare i viventi (2016)
Rester vertical (2016)
Toni Erdmann (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Apulia National & International Film Fund finanzia L'età d'oro

di 

- Il nuovo film di Emanuela Piovano è stato selezionato, insieme a due cortometraggi, per il fondo destinato alle produzioni cinematografiche da realizzarsi in Puglia

Apulia National & International Film Fund finanzia L'età d'oro
La regista torinese Emanuela Piovano

Una vecchia arena con terrazza sul mare, a Monopoli (Puglia), sarà la location principale del film L’età d’oro [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della regista torinese Emanuela Piovano (Le stelle inquiete [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Amorfù), con interpreti Laura Morante, Lunetta Savino, Franco Ungaro e Lamberto Probo. Le riprese partiranno lunedì 3 novembre e si svolgeranno fino al 6 dicembre, tra Monopoli e Otranto. Il lungometraggio, prodotto da Kitchenfilm, ha ottenuto un finanziamento di 65.148,50 euro del fondo Apulia National & International Film Fund.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Utilizzata durante la Seconda guerra mondiale per proiettare film ai soldati alleati, e attiva fino agli anni ’80, l’arena è stata completamente ristrutturata e torna ad essere una sala cinematografica all’aperto, allestita con poltrone originali degli anni ’50, per raccontare una grande passione per il cinema. La protagonista di L’età d’oro (Morante) gestisce infatti, tra mille difficoltà, un’arena cinematografica in un paesino affacciato sul mare, nel Sud Italia. Quando il medico le comunica che ha un male incurabile, e che le resta ormai poco da vivere, decide di chiamare accanto a sé il figlio e i suoi vecchi amici perché non vuole che quel “piccolo sogno” che ha coltivato scompaia con lei.

L’età d’oro è una delle tre opere finanziate, nel corso della seduta del 29 ottobre 2014, nell’ambito dell’Apulia National & International Film Fund (fondo per le produzioni cinematografiche da realizzarsi in Puglia), bando a sportello che garantisce sostegni automatici e aperti tutto l’anno, fino a esaurimento della dotazione finanziaria, per un totale di 99.600 euro e un impatto sul territorio pari a 314.880 euro. Al film di Piovano si aggiungono due cortometraggi: Tu non c’eri di Cosimo Damiano D’Amato (Fanfara Film, finanziato per 20mila euro) e Mattia sa volare di Alessandro Porzio (Diero, che ha ottenuto 14.451 euro).

EAVE Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

filmitalia_site