La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Orpheline (2016)
Félicité (2017)
Paris La Blanche (2016)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Portogallo

email print share on facebook share on twitter share on google+

Action4Climate premia il portoghese Gonçalo Tocha

di 

- Giovani registi provenienti da tutto il mondo raccontano i cambiamenti climatici durante l’Action4Climate

Action4Climate premia il portoghese Gonçalo Tocha
The trail of tale di Gonçalo Tocha

Il concorso documentaristico Action4Climate, che ormai dal 2011 premia i documentari di giovani registi dai 14 ai 35 anni con l'obiettivo di incrementare la cooperazione globale sulle tematiche inerenti la comunicazione e i cambiamenti climatici, quest’anno ha assegnato il primo premio al Portoghese Gonçalo Tocha con il provocatorio The Trail of Tale. L’evocativo corto racconta di una lettera scritta nel futuro e recapitata alla nostra odierna società: un duro monito a intervenire contro cambiamenti climatici prima che sia troppo tardi (leggi di più in Cineuropa Shorts). Il secondo premio di 10.000 dollari è stato vinto dal bulgaro Dobrin Kashavelov con l’opera Global Warning e il terzo premio è andato al regista americano Nathan Dappen con Snows of the Nile.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“Sono veramente orgoglioso di essere stato scelto come il vincitore di Action4Climate. Spero vivamente che la mia opera aiuti la gente a capire che dobbiamo agire adesso per proteggere il nostro futuro” dice Gonçalo Tocha. Ed è proprio questo l’obiettivo del concorso - promosso dal Ministero dell'Ambiente Italiano e dalla Banca Mondiale in collaborazione con oltre 200 knowledge partners - nato nel settembre del 2011.

Per quanto riguarda invece la categoria riservata ai più giovani (14-17 anni), il premio è stato vinto dallo splendido corto di animazione The Violin Player della giovane regista argentina Francina Ramos, che dichiara: “Che incredibile onore! Sono veramente felice. Spero che The Violin Player scuota le coscienze delle persone e le esorti ad agire contro i cambiamenti climatici”. Il secondo e il terzo premio sono stati assegnati a Facing the Flood dello svizzero Constantin Huet e a It’s Easy if You Try del georgiano Tura Tegerashivili.

Inoltre la giuria, presieduta dal celebre regista italiano Bernardo Bertolucci e composta da professionisti del calibro di Atom Egoyan, Marc Forster, Mika Kaurismaki, Fernando Meirelles, Mira Nair, Bob Rafelson, Walter Salles, Pablo Trapero, Wim Wenders, Rose Kuo, Cynthia Lopez, Rachel Kyte, vista l’altissima qualità dei documentari ricevuti, ha ritenuto opportuno assegnare un premio speciale a Balud ad opera del filippino Panx Solajes.

Da ricordare inoltre che gli utenti della rete hanno potuto scegliere il loro vincitore: il video più votato dalla community di Connect4Climate è risultato il brasiliano Pachamama, un documentario che racconta come i cambiamenti climatici stanno influenzando la vita degli abitanti dello stato di San Paulo.

I vincitori sono stati annunciati il 30 ottobre a Copenaghen, durante la cerimonia annuale di premiazione Sustania Award Ceremony che si è tenuta al Royal Theater della capitale danese. 

Bridging the Dragon
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

CASI HECHO Home