Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Germania/Paesi nordici

email print share on facebook share on twitter share on google+

Life in a Fishbowl vince a Lubecca

di 

- Il film dell’islandese Baldvin Z si è aggiudicato il Premio NDR. Il pubblico ha incoronato HelloHello

Life in a Fishbowl vince a Lubecca
Life in a Fishbowl di Baldvin Z

La 56ma edizione delle Giornate del cinema nordico di Lubecca (29 ottobre - 2 novembre 2014) si è conclusa con la vittoria dell’islandese Baldvin Z (per Zophoniasson). Il suo secondo lungometraggio, Life in a Fishbowl [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, si è aggiudicato il Premio NDR, di un valore di 12 500 euro, davanti a titoli come il gran vincitore veneziano A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
dello svedese Roy Andersson (presente anche nella sezione Retrospettiva, con You, the Living [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pernilla Sandström
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
e una selezione di pubblicità da lui realizzate), il premiato a Cannes Force majeure (Turist) [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
del suo connazionale Ruben Östlund, Blind [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Eskil Vogt
intervista: Eskil Vogt
scheda film
]
e 1001 Grams [+leggi anche:
trailer
intervista: Bent Hamer
scheda film
]
(film d'apertura e vincitore del Premio Interfilm de l'Église), rispettivamente diretti dai talentuosi norvegesi Eskil Vogt e Bent Hamer, e ancora i nuovi film dei danesi Ole Christian Madsen e Niels Arden Oplev. La giuria ha ammirato in particolare il modo in cui gli attori del film di Baldvin Z portano questo "ritratto profondamente umano, in una società fredda e indifferente".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Menzioni speciali sono andate a Letter to the King [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
di Hisham Zaman (Norvegia) e They Have Escaped [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: J-P Valkeapää
scheda film
]
di J-P Valkeapää (Finlandia).

Il Premio del pubblico è andato al simpatico HelloHello [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della svedese Maria Blom, sulla vita e l’amore che va e viene. Il Premio Baltic film del miglior lungometraggio nordico ha ricompensato un’opera prima: il film svedese Underdog [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ronnie Sandahl
scheda film
]
di Ronnie Sandahl.

Oltre alla menzione speciale ricevuta nella competizione principale, il cinema finlandese si è distinto grazie a Once I Dreamt of Life di Jukka Kärkkäinen e Sini Liimatainen, che ha vinto il Premio del miglior documentario, e The Disciple [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ulrika Bengts, il favorito della giuria adulta nella competizione Films jeunesse, mentre in questa sezione, la giuria giovane ha votato The Boy with the Golden Pants di Ella Lemhagen (Svezia).

Il direttore delle Giornate del cinema nordico, Christian Modersbach, e la direttrice artistica Linde Fröhlich hanno festeggiato il successo di questa edizione: in cinque giorni, l’evento ha accolto il numero record di 29 000 spettatori intorno a un altrettanto record di 172 film. Le sale erano spesso piene, e i dibattiti e gli incontri animati. Oltre ai 201 registi invitati, Lübeck ha anche ricevuto 780 professionisti dell’industria e membri della stampa. 

(Tradotto dal francese)

Film Business Course
WBImages Locarno
Emilia Romagna_site IT
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss