Miséricorde (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Belle Dormant (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Danimarca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Dalla Danimarca all'Afghanistan: Wolf and Sheep di Sadat

di 

- La regista e scrittrice afghana Shahrbanoo Sadat sta raccogliendo fondi per il ritratto del villaggio in cui è cresciuta, “dove i bambini devono lavorare ogni giorno ma hanno ancora un'infanzia”

Dalla Danimarca all'Afghanistan: Wolf and Sheep di Sadat
Shahrbanoo Sadat (© Adomeit Film)

In Danimarca, la scrittrice e regista afghana Shahrbanoo Sadat e la sua produttrice tedesca Katja Adomeit (Adomeit Film) hanno lanciato una campagna di crowdfunding per raccogliere i $100.000 di Wolf and Sheep [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Shahrbanoo Sadat
scheda film
]
, descritto come “il primo film d'essai di una donna regista mai proiettato in una sala afghana”.

“Sviluppare l'arte e l'industria cinematografica, che attualmente non hanno infrastrutture, può aiutare a cambiare l'Afghanistan da paese di guerra a paese di cultura e buone storie”, ha dichiarato Sadat. “Oggi la compagnia del regista danese Lars von Trier, Zentropa Entertainments, ha contribuito con $40.000, e ne siamo felicissimi”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

All'inizio dell'anno, Sadat e Adomeit hanno passato due settimane a Bamyan, nell'Afghanistan centrale, per un casting di 800 bambini per il film, che racconta il villaggio nel quale è cresciuta Sadat – “un luogo dove i bambini devono lavorare ogni giorno ma hanno ancora un'infanzia”.

Dopo 28 giorno hanno ottenuto $90.036 per la produzione, che sarà girata in Afghanistan centrale, con una troupe locale e di professionisti internazionali – “molti lavoratori del cinema hanno lasciato il paese e vivono in campi rifugiati in giro per il mondo”.

Il team straniero include Daniel Joseph Borgman, regista neozelandese formatosi in Danimarca, il direttore della fotografia danese Nadim Carlsen, il co-produttore islandese Anton Máni Svansson, il sound designer danese Thomas Jæger, l'assistant producer Cæcilie Østerby Sørensen ed il graphic designer Åsmund Sollihøgda.

Dopo aver studiato documentario al workshop francese Ateliers Varan a Kabul nel 2009, il primo corto di Sadat, Vice Versa One, è stato selezionato in Quinzaine des Réalizateurs a Cannes 2011 e proiettato al MoMA di New York. Il suo documentario del 2013 Not at Home, diretto con Adomeit, è stato sviluppato e prodotto al DOX:LAB di  Copenhagen e selezionato a Rotterdam 2014. Wolf and Sheep, che sarà girato a maggio 2015, era nato durante la Cinéfondation Residency di Sadat a Cannes 2010.

(Tradotto dall'inglese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250