Home (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Fiore (2016)
Brimstone (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Festival del Cinema Mediterraneo di Bruxelles celebra i suoi 25 anni

di 

- Con le sue sezioni, competizioni, panorami, focus su Italia e Siria, il festival celebrerà il suo quarto di secolo tracciando un ritratto della gioventù mediterranea

Il Festival del Cinema Mediterraneo di Bruxelles celebra i suoi 25 anni
Carmina y amén di Paco León

Il 14mo Festival del Cinema Mediterraneo di Bruxelles si terrà dal 5 al 12 dicembre prossimi. Come sempre, il "Med" illustrerà la diversità delle cinematografie provenienti dalle diverse sponde del Mediterraneo. Il Festival, divenuto annuale l’anno scorso, festeggia quest’anno i suoi 25 anni. Un quarto di secolo, l’occasione per offrire una programmazione speciale, volta a tracciare un ritratto della gioventù del Mediterraneo. La manifestazione dedicherà quest’anno il suo Focus allo spumeggiante cinema italiano, e tenterà di gettare luce sulla crisi in Siria attraverso documentari e dibattiti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La competizione riunirà 9 lungometraggi, che saranno scoperti e apprezzati dalla giuria presieduta dall’attrice Anne Coesens (Illégal [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Olivier Masset-Depasse
scheda film
]
, Pas son genre
 [+leggi anche:
trailer
intervista: Lucas Belvaux
scheda film
]
) e composta da Jackie Berroyer, Nader Boussandel, Valentina Carnelutti, Vania Leturcq e Catherine Salée. Tra questi film ritroveremo Barbarians [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ivan Ikic
scheda film
]
di Ivan Ikic (Serbia), Carmina y amén [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Paco León (Spagna), Geronimo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tony Gatlif (Francia), Il capitale umano [+leggi anche:
trailer
intervista: Paolo Virzì
scheda film
]
di Paolo Virzì (Italia), L’Oranais [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Lyes Salem (Francia/Algeria) e Three Windows and a Hanging [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Isa Qosja
scheda film
]
di Isa Qosja (Kosovo/Germania). Anche Cineuropa assegnerà un premio in occasione del Festival.

La Sezione Panorama permetterà di scoprire alcuni fenomeni del cinema europeo, in particolare Class Enemy [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Rok Biček
intervista: Rok Bicek
intervista: Rok Bicek
festival scope
scheda film
]
del giovane regista sloveno Rok Bicek, in lizza per il Premio Lux del Parlamento europeo, due generazioni di cineasti greci con The Enemy Within [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Yorgos Tsemberopoulos e Xenia [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Panos H. Koutras
scheda film
]
di Panos H. Koutras (di cui il festival programma anche il primo film, L'attacco della moussaka gigante, nell’ambito della serata Mad Med dedicata ai film di genere) e ancora due opere prime francesi, Qu’Allah bénisse la France [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Abd Al Malik e Qui vive [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Marianne Tardieu
scheda film
]
di Marianne Tardieu.

Infine, il Festival offre un’ampia programmazione di cortometraggi e documentari che completano una ricca panoramica della produzione cinematografica intorno al Mediterraneo. 

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring