The Square (2017)
Blue My Mind (2017)
Ni juge, ni soumise (2017)
The Charmer (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
One Step Behind the Seraphim (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

USCITE Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Brabançonne, inno nazionale?

di 

- La prima commedia musicale 100% belga (50% fiamminga, 50% vallona) esce in una cinquantina di copie nel Nord e nel Sud del paese

Brabançonne, inno nazionale?
Brabançonne di Vincent Bal

La squadra di Brabançonne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ha fatto grandi sforzi per fare del film un evento da entrambe le parti della frontiera linguistica belga, solitamente poco aperta per quanto riguarda la sfera culturale in generale, e quella cinematografica in particolare. Infatti, da qualche settimana, il cast e il regista percorrono il paese, d’anteprima in anteprima, per incontrare da vicino gli spettatori che faranno di questo film, forse, il successo belga di questa fine dell’anno.

Con Brabançonne, il regista Vincent Bal, il suo produttore Peter Bouckaert (Eyeworks) e la loro équipe (tra cui spiccano Pierre De Clercq responsabile della sceneggiatura, e Diana Elbaum di Entre Chien et Loup per la coproduzione) hanno dato il massimo. Considerata come la "prima commedia musicale belga" (e il film rispetta i codici del genere, tra numeri di danza e di canto, storia di amori ostacolati, e momenti drammatici), Brabançonne è anche il primo film "50% fiammingo, 50% vallone, e 100% belga". E per adattarsi all’equazione che è alla base del progetto, Bal sta al gioco dei cliché comunitari, e stimola la memoria affettiva e collettiva del popolo belga utilizzando lungo il film le hit della canzone popolare belga, da Lio a Louis Nefs, che hanno partecipato all’Eurovision del 1967.

E la storia? Brabançonne mette in scena due fanfare, una vallona, l’altra fiamminga, che si contendono la finale di un concorso belga, in cui gareggiano le promesse e i cuori. Il film, distribuito da Kinepolis, esce ovunque nel paese, anche se un po’ più nelle Fiandre. Ciò può essere dovuto al fatto che nel film vediamo la presenza di attori molto più conosciuti dal pubblico fiammingo, tra cui spiccano la cantante Amaryllis Uitterlinden e Tom Audenaert, mentre il ruolo principale francofono è interpretato da Arthur Dupont.

Da ricordare che uscirà questa settimana, giusto prima di Natale, Song of the Sea [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Tomm Moore
scheda film
]
, il secondo lungometraggio dell’irlandese Tom Moore, coprodotto in Belgio da The Big Farm, pilotato da Isabelle Truc (Iota Production) e distribuito da O’Brother

(Tradotto dal francese)

San Sebastian Report
Jihlava
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss