La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
El bar (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2015 Concorso/Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Journal d'une femme de chambre in lizza

di 

- Benoît Jacquot punta al Leone d’Oro per la seconda volta. Léa Seydoux e Vincent Lindon protagonisti del film venduto da Elle Driver

Journal d'une femme de chambre in lizza
Léa Seydoux in Journal d'une femme de chambre di Benoît Jacquot

Benoît Jacquot torna per la seconda volta in concorso a Berlino. Dopo Les Adieux à la reine [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
nel 2012, il cineasta sarà nuovamente in lizza alla 65ma edizione del festival tedesco (dal 5 al 15 febbraio 2015) con la coproduzione franco-belga Journal d'une femme de chambre (Diary of a Chambermaid). Ricordiamo che il regista ha anche partecipato quattro volte alla competizione veneziana (Le septième ciel nel 1997, Pas de scandale nel 1999, L'intouchable [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
nel 2006 e Tre cuori [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
nel 2014) e una volta nella corsa alla Palma d’Oro cannense nel 1998 con L'école de la chair.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Adattamento di Hélène Zimmer e Benoît Jacquot del romanzo omonimo di Octave Mirbeau (già portato sullo schermo nel 1964 da Luis Buñuel), Journal d'une femme de chambre ha come protagonisti Léa Seydoux e Vincent Lindon. Al loro fianco ci saranno, fra gli altri, Clotilde Mollet, Hervé Pierre e Vincent Lacoste. Per i dettagli della trama, leggi questo articolo

Prodotto da Kristina Larsen per Les Films du Lendemain (che ha assicurato la produzione esecutiva) e da Jean-Pierre Guérin per JPG Films, Journal d'une femme de chambre è coprodotto da France 3 Cinéma, Mars Films (che distribuirà il film in Francia il 1° aprile) e Les Films du Fleuve (la società belga dei fratelli Dardenne). Pre-acquistato da Canal+ e Ciné+, il lungometraggio è sostenuto anche dall’anticipo sugli incassi del CNC, la Regione Ile-de-France e le Sofica Palatine Etoile, Cofinova, Banque Postale Image, B.Media, Sofitvciné e Manon. Le vendite internazionali sono guidate da Elle Driver.

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring