Thelma (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2015 Panorama

email print share on facebook share on twitter share on google+

La sezione Panorama fiction è al completo

di 

- In totale, saranno presenti 34 film provenienti da 29 paesi

La sezione Panorama fiction è al completo
Why Me? di Tudor Giurgiu

Il programma principale della sezione Panorama della 65ma edizione del Festival di Berlino, quello riservato ai film di finzione, è ora al completo. Ai titoli annunciati prima di Natale si sono aggiunti altri 22 lungometraggi, tra cui il film d'apertura, Sangue azul del brasiliano Lirio Ferreira.

Il Sud del mondo è di fatto molto presente in questa seconda tornata di titoli. In tutto, la sezione Panorama fiction comprende 34 film in rappresentanza di 29 paesi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Lista dei film che si aggiungono alla selezione: 

- De ce eu? (Why Me?) di Tudor Giurgiu (Romania/Bulgaria/Ungheria)
- Härte (Tough Love) di Rosa von Praunheim (Germania)
- Ausência (Absence) di Chico Teixeira (Brasile/Cile/Francia)
- Sangue azul (Blue Blood) di Lirio Ferreira (Brasile)
- Bizarre di Étienne Faure (Francia/Stati Uniti)
Paridan az Ertefa Kam (A Minor Leap Down) di Hamed Rajabi (Iran/Francia)
- Petting Zoo di Micah Magee (Germania/Grecia/Stati Uniti)
Sangaile (The Summer of Sangailé) di Alanté Kavaïté (Lituania/Francia/Paesi Bassi)
- Pionery-geroi (Pioneer Heroes) di Natalia Kudryashova (Russia)
- Angelica di Mitchell Lichtenstein (Stati Uniti)
Nasty Baby di Sebastián Silva (Stati Uniti)
Out of My Hand di Takeshi Fukunaga (Stati Uniti)
- How To Win At Checkers (Every Time) di Josh Kim (Thailandia/Stati Uniti/Indonesia)
- 600 Millas (600 Miles) di Gabriel Ripstein (Messico), con Tim Roth
Que Horas Ela Volta? (The Second Mother) di Anna Muylaert (Brasile)
- El incendio (The Fire) di Juan Schnitman (Argentina)
- Mariposa (Butterfly) di Marco Berger (Argentina)
- Al bahr min ouaraikoum (The Sea Is Behind) di Hicham Lasri (Marocco)
- Al-Hob wa Al-Sariqa wa Mashakel Ukhra (Love, Theft and Other Entanglements) di Muayad Alayan (Palestina)
Necktie Youth di Sibs Shongwe-La Mer (Sudafrica)
Onthakan (The Blue Hour) di Anucha Boonyawatana (Thailandia)
- Zui Sheng Meng Si (Thanatos, Drunk) di Chang Tso-Chi (Taiwan) 

Titoli annunciati a metà dicembre:

- The Last Summer of the Rich di Peter Kern (Austria)
Dora or The Sexual Neuroses of Our Parents di Stina Werenfels (Germania/Svizzera)
- Dyke Hard di Bitte Andersson (Svezia)
Natür Therapy [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ole Giæver
scheda film
]
 di Ole Giæver e Marte Vold (Norvegia)
Meurtre à Pacot [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Raoul Peck (Francia/Haiti/Norvegia)
- 54: The Director's Cut di Mark Christopher (Stati Uniti)
- I Am Michael di Justin Kelly (Stati Uniti)
Ned Rifle di Hal Hartley (Stati Uniti)
- Chorus di François Delisle (Canada)
- Paradise in Service di Doze Niu Chen-Zer (Cina/Taiwan)
- Ode to My Father di JK Youn (Corea del Sud)
Stories of Our Lives di Jim Chuchu (Kenya)

(Tradotto dal francese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss