Rester vertical (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Belle Dormant (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROTTERDAM 2015 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

26 (co)produzioni francesi a Rotterdam

di 

- Talenti affermati e giovani esordienti nazionali nella vetrina dell’evento olandese, in particolare con Cosmodrama in prima mondiale

26 (co)produzioni francesi a Rotterdam
Cosmodrama di Philippe Fernandez

Malgrado l’assenza per il quinto anno consecutivo di cineasti francesi in corsa per i Tiger Awards, la presenza nazionale rimane importante al 44mo Festival di Rotterdam (al via da oggi) con 26 produzioni e coproduzioni in programma nelle varie sezioni.

Nel programma Limelight, che mette in luce i maggiori successi d’autore dell’anno passato, brillano il nominato all’Oscar Timbuktu [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Abderrahmane SissakoEden [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
 di Mia Hansen-LoveBande de filles [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Céline Sciamma
intervista: Céline Sciamma
scheda film
]
 di Céline SciammaLoin des hommes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di David Oelhoffen e La prochaine fois je viserai le coeur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Cédric Anger, ma anche la coproduzione minoritaria Force majeure [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
 dello svedese Ruben Ostlund.

Cosmodrama
 di Philippe Fernandez (leggi l'articolo) avrà la sua prima mondiale nella sezione Bright Future dove sono in vetrina anche Un jeune poète [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Damien Manivel (menzione speciale della sezione Cineasti del presente a Locarno), Fort Buchanan [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Benjamin Crotty (leggi la recensione), il documentario Je suis le peuple di Anna Roussillon e cinque coproduzioni minoritarie: Calling (Wolanie) del polacco Marcin DudziakLos Hongos [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 del colombiano Oscar Ruiz NaviaNN [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 del peruviano Hector Galvez CamposMen Who Save The World [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 del malese Liew Seng Tat e il trionfatore a San Sebastian La Niña de fuego (Magical Girl) [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Carlos Vermut
scheda film
]
 dello spagnolo Carlos Vermut.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In Spectrum si distingue Letters to Max [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Eric Baudelaire e Le Paradis di Alain Cavalier (prima internazionale), e tra le coproduzioni Black Stone del coreano Gyeong-Tae Roh (in prima mondiale), A Corner To Heaven del cinese Miaoyan Zhang (prima europea - vendite: Arizona Films), Heaven Knows What degli americani Josh e Benny Safdie, e Jauja [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 dell’argentino Lisandro Alonso.

Da notare infine che Réalité [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Quentin Dupieux e la coproduzione minoritaria Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
dello svedese Roy Andersson (Leone d’oro a Venezia) nella sezione Signals: Really? Really. Tre documentari completano la presenza francese quest’anno a Rotterdam: Rock on Bones di Caroline Troubetzkoy e Don't Think I've Forgotten: Cambodia Lost Rock'n Roll di John Pirozzi nel programma IFFR+, oltre a This Is My Land [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Tamara Erde nella sezione Signals: Everyday Propaganda.

(Tradotto dal francese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250