On Body and Soul (2017)
Blue My Mind (2017)
The Charmer (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
One Step Behind the Seraphim (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

ROTTERDAM 2015 Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

26 (co)produzioni francesi a Rotterdam

di 

- Talenti affermati e giovani esordienti nazionali nella vetrina dell’evento olandese, in particolare con Cosmodrama in prima mondiale

26 (co)produzioni francesi a Rotterdam
Cosmodrama di Philippe Fernandez

Malgrado l’assenza per il quinto anno consecutivo di cineasti francesi in corsa per i Tiger Awards, la presenza nazionale rimane importante al 44mo Festival di Rotterdam (al via da oggi) con 26 produzioni e coproduzioni in programma nelle varie sezioni.

Nel programma Limelight, che mette in luce i maggiori successi d’autore dell’anno passato, brillano il nominato all’Oscar Timbuktu [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Abderrahmane SissakoEden [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Mia Hansen-Løve
scheda film
]
 di Mia Hansen-LoveBande de filles [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Céline Sciamma
intervista: Céline Sciamma
scheda film
]
 di Céline SciammaLoin des hommes [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di David Oelhoffen e La prochaine fois je viserai le coeur [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Cédric Anger, ma anche la coproduzione minoritaria Force majeure [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
 dello svedese Ruben Ostlund.

Cosmodrama
 di Philippe Fernandez (leggi l'articolo) avrà la sua prima mondiale nella sezione Bright Future dove sono in vetrina anche Un jeune poète [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Damien Manivel (menzione speciale della sezione Cineasti del presente a Locarno), Fort Buchanan [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Benjamin Crotty (leggi la recensione), il documentario Je suis le peuple di Anna Roussillon e cinque coproduzioni minoritarie: Calling (Wolanie) del polacco Marcin DudziakLos Hongos [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 del colombiano Oscar Ruiz NaviaNN [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 del peruviano Hector Galvez CamposMen Who Save The World [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 del malese Liew Seng Tat e il trionfatore a San Sebastian La Niña de fuego (Magical Girl) [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Carlos Vermut
scheda film
]
 dello spagnolo Carlos Vermut.

In Spectrum si distingue Letters to Max [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Eric Baudelaire e Le Paradis di Alain Cavalier (prima internazionale), e tra le coproduzioni Black Stone del coreano Gyeong-Tae Roh (in prima mondiale), A Corner To Heaven del cinese Miaoyan Zhang (prima europea - vendite: Arizona Films), Heaven Knows What degli americani Josh e Benny Safdie, e Jauja [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 dell’argentino Lisandro Alonso.

Da notare infine che Réalité [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Quentin Dupieux e la coproduzione minoritaria Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
dello svedese Roy Andersson (Leone d’oro a Venezia) nella sezione Signals: Really? Really. Tre documentari completano la presenza francese quest’anno a Rotterdam: Rock on Bones di Caroline Troubetzkoy e Don't Think I've Forgotten: Cambodia Lost Rock'n Roll di John Pirozzi nel programma IFFR+, oltre a This Is My Land [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Tamara Erde nella sezione Signals: Everyday Propaganda.

(Tradotto dal francese)

San Sebastian Report
Jihlava
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss