Makala (2017)
The Square (2017)
120 battements par minute (2017)
You Were Never Really Here (2017)
In the Fade (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
Jeune femme (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BERLINO 2015 Paesi Bassi

email print share on facebook share on twitter share on google+

Eisenstein viaggia da Guanajuato a Berlino

di 

- Il nuovo film di Peter Greenaway e altri sette titoli olandesi verranno presentati alla 65esima edizione della Berlinale

Eisenstein viaggia da Guanajuato a Berlino
Eisenstein in Guanajuato di Peter Greenaway

Otto film olandesi e quattro co-produzioni minori sono in concorso alla 65esima edizione della Berlinale (5 - 15 febbraio), tra cui l'attesissimo film di Peter Greenaway, Eisenstein in Guanajuato [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Peter Greenaway
scheda film
]
, distribuito da Films Boutique. La nuova fatica del regista britannico residente in Olanda racconta il viaggio che il maestro del cinema sovietico, Sergei Eisenstein, compie per andare a girare un nuovo film in Messico. Una volta sul posto, sebbene debba affrontare alcuni problemi di produzione, Eisenstein si scopre affascinato dal paese. Accompagnato da una guida locale, il regista si libera delle sue paure represse attraverso la scoperta di un nuovo mondo di piaceri sensuali e di possibilità che segneranno la sua evoluzione da cineasta concettuale ad artista affascinato dalla condizione umana.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Prodotto ad Amsterdam da Submarine e Fu Works, in collaborazione con la società messicana Paloma Negra Films, Eisenstein in Guanajuato è il primo film olandese in dieci anni a essere in corsa all’Orso d'Oro. Un altro titolo che rappresenterà l'Olanda è l’opera del regista vietnamita Di Phan Dang, Big Father, Small Father and Other Stories [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, una co-produzione minore di Film Volya.

Il secondo lungometraggio di Sacha Polak, Zurigo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, verrà presentato in anteprima mondiale nella sezione Forum. Prodotto da Viking Film, il film segue le vicende di una donna che viaggia per le strade d'Europa nel disperato tentativo di dimenticare il suo passato. L'opera prima di Polak, Hemel [+leggi anche:
trailer
intervista: Sacha Polak
scheda film
]
, ha vinto il FIPRESCI alla Berlinale del 2012.

Come nelle precedenti edizioni, le sezioni Generation hanno accolto numerosi film olandesi. L'opera prima di Sam de Jong, Prince, Nena [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Saskia Diesing e il corto di Mees Peijnenburg, A Hole in My Heart, verranno presentati nella sezione Generation 14plus. La selezione Generation Kplus include Coriandoli Harvest [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tallulah Schwab e il cortometraggio di Astrid Bussink,Giovanni and the Water Ballet, che ha ricevuto il premio al Best Youth Documentary all'International Documentary Film Festival Amsterdam lo scorso dicembre. Inoltre, Willemiek Kluijfhout presenterà il suo documentario, Sergio Herman, FUCKING PERFECT nella sezione Culinary Cinema.

Infine, le co-produzioni minori Necktie Youth  di Sibs Essen-La Mer (Sudafrica/Paesi Bassi) e The Summer of Sangaile [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Alanté Kavaïté
scheda film
]
 di Alante Kavaite (Lituania/Paesi Bassi) saranno proiettate a Panorama, mentre The Yes Men Are Revolting [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Andy Bichlbaum, Mike Bonanno e Laura Nix farà parte del Panorama Dokumente.

(Tradotto dall'inglese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Filmitalia Cannes 2017