Miséricorde (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Belle Dormant (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Belgio/Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Le coeur régulier: riprese a marzo per Isabelle Carré

di 

- Anche Niels Schneider e Fabrizio Rongione nel cast del film di Vanja d’Alcantara, prodotto da Need Productions e Blue Monday

Le coeur régulier: riprese a marzo per Isabelle Carré
L'attrice Isabelle Carré

Primo ciak il 16 marzo per Le coeur régulier [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, secondo lungometraggio della regista belga Vanja d’Alcantara dopo Beyond the Steppes (in competizione a Locarno nel 2010 e nominato al Magritte 2012 del miglior film). Adattamento del romanzo omonimo di Olivier Adam (sua sesta opera a passare sul grande schermo dopo Welcome [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Philippe Lioret
scheda film
]
, Je vais bien, ne t'en fais pas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Des vents contraires [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Passer l'hiver [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Poids léger), il film riunisce nel cast Isabelle Carré (César 2003 della miglior attrice per Se souvenir des belles choses [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e nominata nel 2004, 2006, 2008 e 2011, ammirata di recente in Marie Heurtin [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Niels Schneider (rivelatosi in Les amours imaginaires, nominato al Lumière 2014 della miglior promessa per Désordres [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e prossimamente sugli schermi in Diamant noir), il belga Fabrizio Rongione (volto della serie TV Mafiosa, Magritte 2015 del miglior attore per Due giorni, una notte [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Luc and Jean-Pierre Dardenne
scheda film
]
) e i giapponesi Jun Kunimura, Mugi Kadowaki e Ando Masanobu.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dalla regista in collaborazione con Gilles Taurand (César della miglior sceneggiatura nel 1995 e nominato altre cinque volte, nel 2013 per Les Adieux à la reine [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
) ed Emmanuelle Beaugrand-Champagne, la sceneggiatura è centrata su Alice che, dalla morte di suo fratello, si sente sempre più estranea alla propria vita fino ad allora "così perfetta". Scappa in Giappone e si rifugia in un piccolo villaggio ai piedi di una scogliera. Nathan diceva di aver trovato la pace laggiù, presso un certo Daïsuké. Seguendo le tracce di questo fratello scomparso, Alice spera di riavvicinarsi a lui un’ultima volta. Ma in questo luogo strano, al contempo ostile e accogliente, è la propria storia che andrà a riscoprire.

Prodotto dai belgi di Need Productions e i francesi di Blue Monday Productions, Le coeur régulier è coprodotto da Lunanime (Belgio) e dai canadesi di Avenida e dell'Acpav. Questo film maggioritario belga e anche sostenuto dall’anticipo sugli incassi del CNC, la Federazione Vallonia-Bruxelles, Belgacom, la RTBF, le Sofica Cinémage e Cofinova développement, il programma Media, la regione Languedoc-Roussillon, il mini-trattato franco-canadese, la Sodec et Téléfilm. Le riprese si svolgeranno fino al 2 maggio nell’arcipelago di Oki in Giappone con Ruben Impens (Alabama Monroe [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
festival scope
scheda film
]
) alla direzione della fotografia. Il lungometraggio sarà distribuito in Francia da Version Originale/Condor, nel Benelux da Lumière e in Canada da K-Film. Le vendite nel mondo sono guidate da Doc & Film International.

Blue Monday Productions, la cui filmografia include Goodbye Morocco [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nadir Moknèche, Paradis Perdu [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
di Eve Deboise e L'Oiseau [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Yves Caumon, ha attualmente in post-produzione A peine j'ouvre les yeux [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Leyla Bouzid
scheda film
]
di Leyla Bouzid, un’opera prima girata a Tunisi che racconta le disavventure di una ragazza di 18 anni che entra in un gruppo di musicisti impegnati e scopre la libertà contro la volontà di sua madre che conosce il paese e i suoi divieti.

(Tradotto dal francese)

courgette oscar shortlist
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250