Sieranevada (2016)
Tom of Finland (2017)
Barrage (2017)
Verano 1993 (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
Lady Macbeth (2016)
Riparare i viventi (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Belgio

email print share on facebook share on twitter share on google+

Juliette Binoche, ospite d’onore al Brussels Film Festival

di 

- Dopo Peter Greenaway, Bertrand Tavernier e Alan Parker, il Brussels Film Festival svela l’identità della sua prossima ospite d’onore, Juliette Binoche

Juliette Binoche, ospite d’onore al Brussels Film Festival
Juliette Binoche

Il Brussels Film Festival, che si svolgerà dal 5 al 12 giugno prossimo, mira a promuovere la diversità del giovane cinema europeo. Ma il festival invita regolarmente figure prestigiose della cosiddetta  settima arte internazionale per permettere al pubblico belga di incontrarle.

Pur essendo innanzitutto un’attrice francese, Juliette Binoche è diventata una figura emblematica del cinema mondiale grazie alla sua carriera internazionale. L’attrice ha esordito nel 1985 con il film Rendez-vous di André Techiné, ricevendo l’anno successivo il Premio Romy Schneider e diventando la musa di Leos Carax, che la porta alla ribalta con Rosso sangue e con Gli amanti del Pont-Neuf (1991). La straordinaria carriera intrapresa le garantisce un successo assicurato sia nel cinema francese (la ritroviamo nei film di Doillon, Klapisch, Malle, Rappeneau, Leconte, più recentemente in Camille Claudel 1915 [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Bruno Dumont
scheda film
]
 di Bruno Dumont, ed anche in Sils Maria [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Charles Gillibert
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
 di Olivier Assayas, per il quale quest’anno è stata nominata ai premi César), che in quello europeo, con Lasse Hallström, Michael Haneke, Chantal Akerman, e tra non molto Isabel Coixet. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sua interpretazione nel film Blu di Krzysztof Kieslowski del 1993 le ha regalato il primo premio César e ha contribuito ulteriormente a collocarla sulla scacchiera del cinema internazionale, dopo la notevole performance ne L’insostenibile leggerezza dell’essere di Philip Kaufman dal romanzo di Kundera. Ha recitato nel film Cime tempestose, adattamento del capolavoro di Emily Brontë a cura del regista inglese Peter Kominsky, e in seguito nel film di un altro cineasta inglese, Il paziente inglese di Anthony Minghella, che questa volta le ha regalato un Oscar. La sua carriera è costellata di onori e ricompense: è stata nominata 9 volte per il Premio César, 3 volte per i Golden Globes, 3 volte per gli European Films Awards (lo ha ricevuto con il film Il paziente inglese, insieme all’Orso d’argento e al BAFTA). Ha ricevuto anche la Palma d’oro come Miglior attrice per la sua interpretazione di Copia conforme [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del regista iraniano Abbas Kiarostami.

In occasione del prossimo Brussels Film Festival, impartirà una lezione di cinema prima di concedere carta bianca alla Cinematek. Ad oggi, sta iniziando una tournée teatrale con una nuova versione inglese dell’Antigone di Sofocle.

(Tradotto dal francese)

Gijon_Home
Odessa site
Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss