The Square (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
One Step Behind the Seraphim (2017)
The Nothing Factory (2017)
A Ciambra (2017)
On Body and Soul (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PREMI Monaco

email print share on facebook share on twitter share on google+

Carmina y amén vince come Miglior film a Montecarlo

di 

- Il Montecarlo Comedy Film Festival chiude il sipario con la tradizionale serata di gala e la cerimonia dei premi

Carmina y amén vince come Miglior film a Montecarlo
La 12ma edizione del Montecarlo Comedy Film Festival

La 12ma edizione del Montecarlo Comedy Film Festival, diretta da Ezio Greggio e dedicata al genere della commedia, ha avuto luogo dal 24 al 28 febbraio. Lo scorso sabato il festival ha chiuso i battenti con la tradizionale serata di gala e la cerimonia dei premi nell’Auditorium Ranieri III, seguita da circa 1.000 spettatori presenti (lo spettacolo è stato anche trasmesso in diretta dalla televisione italiana). Carmina y Amén, secondo film di Paco León, ha vinto come Miglior film, mentre Peter Chelsom ha vinto come Miglior regista con Hector and the Search for Happiness. Héctor Noguera e Néstor Guzzini, gli attori in Mr Kaplan di Álvaro Brechner, hanno vinto come Migliori attori, mentre Carmina Barrios ha vinto il premio di Miglior attrice per Carmina y Amén. La Menzione d’onore per il Miglior sceneggiatura è stata attribuita a Darko Lungulov per Monument to Michael Jackson.

Otto sono i film in gara selezionati da Markus Duffner e Sergio Rios e valutati da una giuria composta da Claude Zidi, Maria Grazia Cucinotta, Yllka Mujo, Lee Marshall e Giovanni Veronesi (il presidente): Thermae Romae II di Hideki Takeuchi (Giappone), Tokyo Fiancée di Stefan Liberski (Belgio, Canada, Francia), For Some Inexplicable Reason di Gabor Reisz (Ungheria), Carmina y Amén di Paco Léon (Spagna), The Farewell Party di Sharon Maymon e Tal Granit (Israele, Germania), Monument to Michael Jackson di Darko Lungulov (Serbia, Germania, Macedonia, Croazia), Mr Kaplan di Álvaro Brechner (Uruguay, Spagna, Germania), e Hector and the Search for Happiness di Peter Chelsom (Germania, Canada, Gran Bretagna, Sudafrica). 

Tra i momenti migliori di questa edizione si annovera il seminario di un'ora e mezza con Peter Bogdanovich, che ha anche inaugurato il festival con il suo film più recente, She’s Funny That Way (Broadway Therapy), insieme alla partecipazione di molti talenti del cinema internazionale: Peter Bogdanovich, Gabriele Salvatores, Giancarlo Giannini, Robert Hossein, Philippe Leroy, Franco Nero, Raoul Bova, Paolo Genovese, Yllka Mujo, Josée Dayan, Maria Grazia Cucinotta, Valeria Solarino, Serena AutieriUrsula Andress (alla quale è stato consegnato il Premio alla Carriera come “attrice di cinema più affascinante”). 

Più di 3.000 persone hanno preso parte alle proiezioni di questi quattro giorni. 

(Tradotto dall'inglese)

Jihlava
San Sebastián Full
Focal Production Value
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss