La vendetta di un uomo tranquillo (2016)
Paris La Blanche (2016)
Félicité (2017)
Waldstille (2016)
The Other Side of Hope (2017)
Noces (2016)
El bar (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

INDUSTRIA Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

106 coproduzioni con 34 paesi nel 2014

di 

- 23 territori europei e 11 del resto del mondo sono stati coinvolti l’anno scorso in lungometraggi di nazionalità francese

106 coproduzioni con 34 paesi nel 2014

A dispetto della contrazione globale dei finanziamenti (leggi l'articolo), l’industria cinematografica francese ha dimostrato ancora una volta il suo elevato livello di apertura al mondo con il 41,1 % delle coproduzioni internazionali sui 258 lungometraggi prodotti nel 2014, stando al bilancio annuale del CNC.

106 coproduzioni con 34 paesi hanno visto la luce l’anno scorso (contro i 116 dell’anno precedente e un record di 129 nel 2012) con 51 maggioritarie francesi (4 in meno rispetto all’anno precedente) e 55 minoritarie (-6) per un totale di 394,14 M€ (in netto calo del 28,6 %, il minimo storico dal 2001), e per le quali gli investimenti francesi (198,25 M€) e stranieri (196,69 M€) sono diminuiti più o meno nelle stesse proporzioni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L'Europa resta la zona di coproduzione naturale per la Francia. Con 36 film (26 coproduzioni maggioritarie francesi e 10 minoritarie), il Belgio è sempre di gran lunga il partner privilegiato, davanti alla Germania (14 film di cui 6 maggioritari, con una forte flessione dal 2012 delle produzioni minoritarie francesi che sono passate da 18 a 8), l'Italia (12 di cui 3 maggioritarie, un totale che include sette coproduzioni finanziarie, ossia senza apporto artistico e tecnico del paese minoritario) e la Svizzera (11 di cui cinque maggioritarie).

Seguono la Spagna (7 con sei minoritarie francesi), la Svezia (5 minoritarie, fenomeno inedito), il Lussemburgo (5 di cui tre maggioritarie), i Paesi Bassi (4 minoritarie), la Gran Bretagna (4 minoritarie), il Portogallo (4 di cui una maggioritaria), la Polonia (2 minoritarie), la Romania (2 minoritarie), la Bulgaria (1 maggioritaria e 1 minoritaria), la Grecia (1 maggioritaria e 1 minoritaria), la Danimarca (2 minoritarie), la Norvegia (1 minoritaria), l'Irlanda (1 minoritaria), la Serbia (1 maggioritaria) e la Bosnia (1 minoritaria).

Si segnalano inoltre la Georgia (4 di cui tre minoritarie francesi), la Russia (2 minoritarie), la Turchia (3 di cui 2 minoritarie francesi) e l'Islanda (1 minoritaria).

Nel resto del mondo si distinguono i legami creati con il Canada (7 coproduzioni di cui 5 minoritarie francesi) e Israele (4 di cui 3 minoritarie francesi). Da notare anche le coproduzioni con la Cina (2 minoritarie), l'India (1 minoritaria) e la Cambogia (1 maggioritaria).

La Francia ha coprodotto sette film con tre paesi africani: la Tunisia (3 di cui 1 maggioritario), il Sudafrica (1 maggioritario e 1 minoritario) e l'Algeria (2 maggioritari). Infine, quattro coproduzioni sono state montate con territori latino-americani: l'Argentina (2 minoritarie francesi), la Colombia (1 minoritaria) e il Messico (1 minoritaria).

Sulla lista delle coproduzioni minoritarie francesi 2014 brillano i film firmati, fra gli altri, da Nanni Moretti, Paolo Sorrentino, Miguel Gomes, Joachim Trier, Giorgios Lanthimos, Jaco Van Dormael, Joachim Lafosse, Felix van Groeningen, Radu Muntean e Semih Kapanoglu.

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring