Makala (2017)
The Square (2017)
120 battements par minute (2017)
You Were Never Really Here (2017)
In the Fade (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
Jeune femme (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Spagna

email print share on facebook share on twitter share on google+

Play-Doc, il documentario di frontiera

di 

- Il festival internazionale del documentario della città spagnola di Tui dedica anche una retrospettiva alla produzione di Claire Simon

Play-Doc, il documentario di frontiera
Concerning Violence di Göran Hugo Olsson

Il Play-Doc Festival Internacional de Documentales da oggi, 22 aprile, dà il via alla sua undicesima edizione, che si terrà nella città galiziana di Tui, che confina con il Portogallo, fino al 26 aprile. Il festival (scelto dai Best Fest Film Series di New York come uno dei dieci più interessanti al mondo) pone nuovamente l'accento sulla produzione documentaristica di tutto il mondo, con particolare attenzione sui lavori più innovativi e audaci, guardandosi anche indietro, per celebrare la carriera della regista francese Claire Simon e intorno, per offrire una ghiotta selezione della produzione cinematografica galiziana.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Con una rappresentanza di 17 nazionalità in tutta la selezione, la sezione ufficiale comprende i titoli europei Concerning Violence [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, dello svedese Göran Hugo Olsson, The Shelter [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fernand Melgar
scheda film
]
, dello svizzero Fernand Melgar e Motu Maeva, della franco-portoghese Maureen Fazendeiro e la co-produzione tra il Portogallo, la Corea del Sud e gli Stati Uniti Songs From the North [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, di Soon-Mi Yoo. A loro volta, nelle sezioni parallele si distinguono film come João Bérnard da Costa - Others will love the things I loved [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
del portoghese Manuel Mozos e África 815, della spagnola Pilar Monsell; El viaje de Leslie di Marcos Nine o Jet Lag di Eloy Domínguez Serén; o Double Play: James Benning e Richard Linklater di Gabe Klinger e Quand je serais dictateur di Yaël André nella sezione Resonancias, curata e presentata da critici ed esperti al di fuori del team di programmazione del festival.

Quest'edizione del festival dedica anche una retrospettiva a Claire Simon, regista che ha dedicato la sua carriera a ritrarre la realtà, sia nel documentario, che nella finzione o in ciò che sta in mezzo. A Tui saranno proiettate le sue opere, da Les patients (1989), uno dei suoi primi film, fino al suo più recente Gare du Nord [+leggi anche:
recensione
trailer
festival scope
scheda film
]
. Tutte le informazioni sul festival, qui.

(Tradotto dallo spagnolo)

Film Business Course
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

ELO Film School