Jupiter's Moon (2017)
120 battements par minute (2017)
In the Fade (2017)
Jeune femme (2017)
Makala (2017)
A Ciambra (2017)
Happy End (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Belgio/Repubblica Ceca

email print share on facebook share on twitter share on google+

I documentari sui diritti umani in viaggio verso Bruxelles

di 

- One World, il festival ceco sui documentari che trattano di diritti umani, sta portando a Bruxelles una serie di film selezionati per la sua nona edizione

I documentari sui diritti umani in viaggio verso Bruxelles
Children 404 di Pavel Loparev e Askold Kurov

Il One World International Human Rights Documentary Film Festival ha saputo crearsi una notorietà particolare tra le fila del pubblico ceco e slovacco. Il festival, fondato e gestito dall’organizzazione non governativa e non-profit People in Need, ha concluso agli inizi di marzo la sua 17ma edizione in Repubblica Ceca, incoronando The Look of Silence [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Joshua Oppenheimer come Miglior Film, mentre una selezione di film della line-up dell'evento è giunta a 33 diverse città del Paese. Ora, il Czech Centre in Brussels e People in Need, porteranno 17 documentari dalla selezione di quest’anno nella capitale belga, dal 4 al 12 maggio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La nona edizione del One World Festival di Bruxelles si apre con il documentario Children 404 di Pavel Loparev e Askold Kurov, che prende in esame le conseguenze della legge “anti-gay” di Vladimir Putin sulla giovane comunità LGBT in Russia. A Věra Jourová, Commissario Europeo per la Giustizia, per la tutela dei Consumatori e per le Pari Opportunità, il compito di introdurre il film, che ha vinto il Premio del Pubblico al Mezipatra Queer Film Festival. Children 404 sarà in concorso al festival, insieme al documentario dei giovani registi ucraini Euromaidan. Rough Cut, che si focalizza sugli sviluppi che interessano il Paese; Something Better to Come [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il documentario in timelapse che segue il percorso di crescita del protagonista in una delle più grandi discariche europee e, tra gli altri, uno sguardo dietro le quinte alle moderne tecniche di guerra e al loro impatto nel documentario Drone [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, di Tonje Hessen Schei.

Il programma tratta alcune tematiche attuali come le caricature a seguito della tragedia di Charlie Hebdo, nel documentario Cartoonists: Foot Soldiers of Democracy [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Stéphanie Valloatto, mentre il duo di registi Søren Steen Jespersen e Nasib Farah si focalizza sull’argomento caldo dei giovani che si uniscono ai gruppi islamici radicali in Warriors from the North. Tuttavia, un margine sufficiente è riservato alle tematiche locali che non sono ancora finite sulle prime pagine di tutto il mondo, ma non per questo meno interessanti, come l’attuale situazione politica in Nicaragua, in A Quiet Inquisition, e lo sforzo fatto dagli studenti per passare l’esame di stato in Congo in National Diploma [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, un documentario di osservazione degli studenti del secondo anno. Ogni proiezione sarà seguita da dibattiti con uomini politici, attivisti per i diritti umani e organizzazioni non governative internazionali. La maggior parte delle proiezioni è gratuita, ma è necessario prenotare preventivamente.

Il programma completo del festival si trova qui.

(Tradotto dall'inglese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Italian Pavilion Cannes