Home (2016)
El bar (2017)
Sage Femme (2017)
The Fixer (2016)
The Giant (2016)
Fiore (2016)
Brimstone (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

CANNES 2015 Concorso

email print share on facebook share on twitter share on google+

Carol in agguato

di 

- CANNES 2015: Il film di Todd Haynes, prodotto e venduto dall’Inghilterra, figura per ora tra i favoriti nella corsa alla Palma d’Oro 2015

Carol in agguato
Rooney Mara e Cate Blanchett in Carol

Una delle grandi forze dell’industria cinematografica europea è di finanziare autori internazionali di talento indiscutibile che talvolta hanno difficoltà a chiudere i budget dei loro progetti sui rispettivi mercati nazionali (sia per mancanza di mezzi sul posto, sia per la contrazione delle ambizioni culturali). E se storicamente Hollywood cerca di attirare i bravi cineasti del Vecchio Continente nella sua fabbrica di blockbuster, l'Europa dal canto suo s'impegna al fianco di veri artisti americani come il raffinato Todd Haynes,il cui nuovo lungometraggio, Carol [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ha fatto un’ottima impressione in concorso al 68mo Festival di Cannes, piazzandosi immediatamente tra i primi posti nella corsa alla Palma d’Oro 2015 (19 titoli in lizza in totale).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Prodotto dalla società londinese Number 9 Films con gli americani di Killer Films, Carol si rivela un film sontuoso, una ricostruzione splendida (l'intreccio è adattato da un romanzo di Patricia Highsmith che si svolge a New York nel 1952) e un’occasione ideale per il talento delle due interpreti principali: Cate Blanchett e Rooney Mara. Passato in precedenza solo una volta in competizione a Cannes (nel 1998 con  lo spumeggiante Velvet Goldmine), Haynes firma con la sua nuova opera una variazione del suo già classico Lontano dal paradiso (2002), che ugualmente si immergeva nell’America degli anni 50 e trattava il tema degli orientamenti sessuali, ma da un altro punto di vista e in provincia, e non in una grande metropoli come in questo caso: al posto di una donna di casa che scopre l’omosessualità del marito, è di una passione tra due donne che tratta Carol. Autentica perla di regia, questo La vita di Adele [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Abdellatif Kechiche
scheda film
]
degli anni ’50 è venduto all’estero da Hanway Films (e sarà distribuito in Francia dal grande circuito UGC).

Nella corsa alla Palma d’Oro 2015, Carol raggiunge in prima linea la stupefacente rivelazione Son of Saul [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: László Nemes
intervista: László Rajk
scheda film
]
dell’ungherese Lazlo Nemes e Mia madre [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Nanni Moretti
scheda film
]
del maestro italiano Nanni Moretti, ma anche i concettuali The Lobster [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Yorgos Lanthimos
scheda film
]
del greco Yorgos Lanthimos e Louder Than Bombs [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Joachim Trier
scheda film
]
del norvegese Joachim Trier hanno i loro sostenitori. Metà dei titoli della competizione sono però ancora da vedere. La partita è aperta. 

(Tradotto dal francese)

CASI HECHO Home
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Doc Spring