Indivisibili (2016)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
Verónica (2017)
Scary Mother (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

TRANSILVANIA 2015 Industria/Premi

email print share on facebook share on twitter share on google+

The Soldiers e 1985 vincono al Transilvania Pitch Stop

di 

- I progetti vincitori saranno presentati nel programma Industry Days del Locarno Film Festival

The Soldiers e 1985 vincono al Transilvania Pitch Stop

Il Transilvania Pitch Stop (TPS), uno dei tre programmi di settore (vedi news) del Transilvania International Film Festival (29 maggio - 7 giugno, Cluj-Napoca), ha annunciato i vincitori della seconda edizione: The Soldiers di Ivana Mladenovic ha vinto il TPS Development Award, mentre 1985 di Bogdan Mureşanu si è aggiudicato il CoCo Award, offerto da Connecting Cottbus. Entrambi i progetti saranno presentati nel programma Industry Days del Locarno International Film Festival (5-15 agosto).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

The Soldiers, adattamento del romanzo omonimo di Andrei Şchiop, racconta la storia di Adi, un antropologo gay 35enne che si trasferisce a Ferentari, uno dei quartieri più poveri e pericolosi di Bucarest, per studiare il fenomeno del manele (la musica pop della comunità Rom). Adi riceve aiuto da Alberto, un ex detenuto Rom con il quale inizierà una relazione, mescolando così due ambienti molto diversi tra loro.

La Mladenovic dice che non è interessata all'aspetto "esotico" della storia, essendo lo scopo del suo progetto quello di "sfidare le cosiddette persone normali a mettere in discussione i propri valori, che, il più delle volte, sono solo idee date per scontate, senza alcuna riflessione ". Il film è prodotto da Hi Film Productions. A marzo, The Soldiers ha vinto una borsa di €195.000 del Romanian National Film Center.

In 1985, Bogdan Mureşanu esplora la Bucarest dell'anno del titolo. In una città sfigurata dall'urbanistica megalomane del dittatore Nicolae Ceauşescu, ad un ufficiale della Polizia Segreta viene chiesto di indagare su alcuni manifesti illegali che protestano contro le demolizioni selvagge. Il conflitto su larga scala è aggravato da uno più personale: la madre del poliziotto vive in un quartiere che sarà presto demolito, ma lei si rifiuta di lasciare la casa. Il regista dice di voler "raccontare una storia sul potere di un individuo di opporsi ad un intero sistema".

(Tradotto dall'inglese)

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint TV/Feature
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss