Western (2017)
120 battements par minute (2017)
Jupiter's Moon (2017)
The Square (2017)
Le Redoutable (2017)
A Ciambra (2017)
Ava (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Germania/Danimarca

email print share on facebook share on twitter share on google+

Fassbinder torna a casa con To Love without Demands

di 

- Con una tabella di marcia di 30 festival cinematografici internazionali, il documentario di Christian Braad Thomsen sul regista tedesco sarà anche proiettato a Monaco

Fassbinder torna a casa con To Love without Demands
Rainer Werner Fassbinder con Christian Braad Thomsen (© Dino Raymond Hansen)

Uno dei film danesi più presenti sul circuito dei festival in corso, il documentario del regista danese Christian Braad Thomsen Fassbinder – To Love without Demands, sarà proiettato anche al Filmfest München - The Munich International Film Festival (25 giugno - 4 luglio). "Ovviamente, per me, è il festival più importante dopo Berlino - è anche la stessa città di Fassbinder, dov'è anche morto" ha detto Thomsen, che sarà presente all'evento.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Thomsen era un amico intimo di Rainer Werner Fassbinder (1945-1982) da quando si erano conosciuti alla Berlinale del 1969, dove il regista tedesco presentò il suo primo film, L'Amore è Più Freddo della Morte. "Allora fu fischiato senza pietà. Io, da parte mia, ho vissuto il film come se fosse il primo film al mondo - in un momento in cui il linguaggio del cinema era degenerato in luoghi comuni commerciali, quel film lo reinventava", ha ricordato.

Monaco è il 30° festival che il film visiterà dopo la sua anteprima mondiale nella sezione Panorama Dokumente dello scorso Festival di Berlino; oltre alla maggior parte dell'Europa occidentale e orientale, il secondo documentario di Thomsen su Fassbinder (dopo Rainer Werner Fassbinder/1975) è stato proiettato, o lo sarà, negli Stati Uniti (New York e San Francisco), in Argentina, Brasile, Colombia, Messico, Australia, Hong Kong e Corea.

È costruito intorno ai filmati che Thomsen girò con Fassbinder negli anni '70, mai pubblicati. "Mi ci sono voluti 32 anni per capire come utilizzarli. Qui, Fassbinder è più aperto e vulnerabile che mai, e la sua frenetica produzione sembra essere un enigma anche per se stesso; tuttavia, fu in grado di sviluppare una sicurezza e un'esperienza tale da poter realizzare fino a cinque film all'anno ", ha spiegato Thomsen, che ha visto il regista per l'ultima volta tre settimane prima della sua morte.

Scrittore, regista, produttore e distributore di film d'essai, Thomsen ha firmato diversi film e documentari pluripremiati, più recentemente Blues for Montmartre (2011). " L'Amore è Più Freddo della Morte potrebbe facilmente essere il titolo della sua produzione nel suo complesso, poiché ha instillato un amore più forte della morte in quelli che lo circondavano", ha concluso Thomsen, che ha anche scritto libri su di lui, Alfred Hitchcock e la Nouvelle Vague francese.

(Tradotto dall'inglese)

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Italian Pavilion Cannes