Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FILM Polonia

email print share on facebook share on twitter share on google+

15 Corners Of The World: il cinema da ascoltare

di 

- Premiato l’anno scorso a Locarno e a New Horizons, il documentario di Zuzanna Solakiewicz arriva oggi nelle sale

15 Corners Of The World: il cinema da ascoltare
Eugeniusz Rudnik in 15 Corners Of The World

Centrato sulla figura di Eugeniusz Rudnik, compositore sperimentale considerato il padre della musica elettro-acustica in Polonia, il documentario 15 Corners Of The World [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Zuzanna Solakiewicz, vincitore l’anno scorso del premio della Settimana della Critica a Locarno e di una menzione speciale della sezione Films on Art al festival New Horizons, arriva oggi nelle sale distribuito da Endorfina Studio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nato nel 1932, Eugeniusz Rudnik ha creato più di 90 opere musicali, in particolare negli studi di Varsavia, Stoccolma, Colonia, Parigi, Bourges e Bruxelles. Nel 1955, trovò impiego nella radio nazionale polacca, e avendo una formazione da ingegnere elettronico, gli venne proposto di lavorare in uno studio sperimentale, l’unico nel suo genere esistente all’epoca nel blocco dell’Est (sui quattro allora in attività in Europa). Dapprima aiutò i compositori a livello tecnico, a tagliare e incollare i nastri magnetici e a utilizzare magnetofoni e registrazioni per creare opere musicali, per poi diventare lui stesso un artista e compositore. Tra i maestri che affiancò si possono citare Krzysztof Penderecki, Wlodzimierz Kotonski, Boguslaw Schaeffer, Arne Nordheim e Karlheinz Stockhausen, che gli offrì un posto da assistente che però Rudnik rifiutò mosso dalla passione per le sue ricerche in Polonia.

Autrice di cortometraggi e documentari come Cabaret Poland (2008), So, It Goes (2010) e Yorzeit (2012), Zuzanna Solakiewicz ha scelto di andare oltre la biografia di Rudnik e di interpretare per immagini la musica del compositore piuttosto che illustrarne semplicemente il lavoro. Il film è una sorta di omaggio, non solo al personaggio, ma anche alla musica sperimentale di questo tipo, composta da frammenti dell'universo acustico. Ed essendo questa musica un collage, la cineasta ha utilizzato la stessa forma, costruendo un insieme a partire da frammenti selezionati soggettivamente e talvolta astratti.

Coproduzione polacco-tedesca via Endorfina Studio e Hupe Film, 15 Corners Of The World ha beneficiato del sostegno del Polish Film Institute e del fondo NRW (Nord Reno-Westfalia). La direzione della fotografia è affidata a Zvika Gregory Portnoy.

(Tradotto dal francese)

Leggi anche

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss