Makala (2017)
The Square (2017)
120 battements par minute (2017)
You Were Never Really Here (2017)
In the Fade (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
Jeune femme (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

BOX OFFICE Italia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il box office cresce del 9,4% nel primo semestre

di 

- I dati presentati a Ciné Riccione: gli spettatori crescono del 5%. Si discute di offerta estiva più forte e di due feste del cinema in autunno e primavera

Il box office cresce del 9,4% nel primo semestre

Dati postivi per il primo semestre del 2015. Da gennaio a giugno si registrano poco più di 51 milioni di spettatori, con una crescita del 5% rispetto al corrispondente semestre 2014. L'incasso è stato di oltre 330 milioni di euro contro i 302 dell'anno precedente (+9,4%). 

I dati sono stati forniti da ANICA durante la quinta edizione di "Ciné" a Riccione, dove i distributori presentano agli esercenti i nuovi listini, "Questi dati non significano che abbiamo superato tutti i problemi, ma ci fanno ben sperare in una chiusura dell'anno in positivo, e ci spingono a lavorare insieme con maggiore determinazione", hanno concordato Andrea Occhipinti, Luigi Cuciniello e Carlo Bernaschi, rispettivamente presidenti dei distributori dell'ANICA e degli esercenti di ANEC e ANEM.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Uno dei problemi ai quali si fa riferimento è quello delle uscite estive. I dati di giugno 2015 sono piuttosto incoraggianti: quasi 5 milioni le presenze, con una crescita di circa un milione rispetto allo scorso anno (+23,7%) e più di 32 milioni gli incassi (+35%).

In uno studio curato dal periodico Box Office sui generi e i gusti del pubblico cinematografico negli ultimi 5 anni, si sottolineano i limiti nell'offerta e la scarsa rilevanza degli incassi dei titoli italiani nei mesi estivi.

Andrea Occhipinti ha rivolto un invito a posizionare prodotto nazionale in estate, così come si è cominciato a fare quest'anno. Luigi Cuciniello ha rilevato la mancanza di differenziazione nei generi, rilevando inoltre che in Italia si producono sempre più film, ma molti con budget ridotti, con una concentrazione degli incassi su pochi titoli e in un periodo sempre più ristretto dell'anno. 

Dopo un confronto con le industrie di Spagna, Francia e Inghilterra, le associazioni sono impegnate anche nell'organizzazione di due momenti di forte promozione per il cinema in sala, due giornate da individuare nell'ottobre 2015 e nella primavera del 2016, sulla scorta delle iniziative degli altri paesi europei, illustrateieri a Ciné in un incontro. Agenzie di comunicazione e sponsor sono coinvolte nella costruzione della comunicazione dell'evento.

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Swiss Films Cannes