Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

PRODUZIONE Olanda

email print share on facebook share on twitter share on google+

We Are Here!: esplorando il limbo dei richiedenti asilo

di 

- Il documentario di Alexandra Jansse mostra la sfida dei rifugiati politici, mobilitati in nome del movimento “We Are Here”

We Are Here!: esplorando il limbo dei richiedenti asilo
We Are Here! di Alexandra Jansse

La tragedia di Lampedusa, avvenuta verso la fine di aprile, sembra aver irrevocabilmente posto la questione dell’immigrazione al centro dell’agenda politica europea, ma la verità è che la presenza di rifugiati nel continente non è esattamente un argomento nuovo. Sin dal 2012, l’Olanda è stata testimone dell’emergenza riguardante il movimento “We Are Here” – e la regista olandese Alexandra Jansse era presente mentre veniva allo scoperto: una snervante corsa sulle montagne russe, altalenante tra paura e speranza.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Girato in due anni, We Are Here! segue le vicende di un gruppo di richiedenti asilo mentre passano da un’occupazione all’altra, senza soldi, status giuridico o documenti. “Le politiche olandesi riguardo l’asilo sono inumane per rifugiati senza documenti”, ha dichiarato la Jansse a Cineuropa. “Dal 2010, i rifugiati le cui richieste sono state respinte, ma non hanno lasciato il Paese, non sono più autorizzati a ricevere ospitalità o cibo”.

In un documentario che combina uno stile osservazionale con varie interviste, la Jansse è, di fatto, riuscita a catturare il limbo in cui rimangono intrappolati i rifugiati – un limbo che i volontari delle ONG provano a rendere più sopportabile aiutandoli a più livelli, incluso quello legale.

Conquistare la fiducia di alcuni tra i richiedenti asilo non è stato facile: “Erano preoccupati riguardo una copertura imprecisa e sensazionale della loro storia. Temevano per i loro familiari rimasti nei loro Paesi di origine devastati dalla guerra, e non volevano essere etichettati come clandestini in Olanda”, ha detto la Jansse. “In ogni caso, la vita li ha portati a essere attivisti. Io sono riuscita ad ottenere la fiducia della maggior parte delle persone e ad avvicinarmici con il passare del tempo”.

We Are Here! è stato prodotto da Xela Films con un budget di €30,000, ed è ora pronto per entrare nel circuito dei festival. “Quando si individua una storia degna di essere raccontata, e si hanno il giusto impulso e determinazione, è possibile farla funzionare con un’attrezzatura minimale. Speriamo di aver realizzato un film su una storia locale che abbia il potenziale per raggiungere il pubblico internazionale”, afferma la Jansse. Conclude dicendo: “Ai miei occhi, la dignità dell’essere umano è inviolabile, il governo olandese dovrebbe migliorare le sue leggi e dare il buon esempio”.

(Tradotto dall'inglese)

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss