Le Redoutable (2017)
Makala (2017)
Happy End (2017)
120 battements par minute (2017)
Jupiter's Moon (2017)
The Killing of a Sacred Deer (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

LOCARNO 2015

email print share on facebook share on twitter share on google+

Il Festival del film Locarno accoglie per la prima volta il Doc Alliance Selection Award

di 

- LOCARNO 2015: Il film vincitore di quest'anno è l'iracheno Homeland (Iraq Year Zero) di Abbas Fahdel, nominato da Visions du réel di Nyon

Il Festival del film Locarno accoglie per la prima volta il Doc Alliance Selection Award
Homeland (Iraq Year Zero) di Abbas Fahdel

Dal 2008 la piattaforma Doc Alliance, che nasce con lo scopo di promuovere la diversità dei film documentari e di incitare la loro diffusione, presenta il Doc Alliance Selection Award. Il prestigioso premio (una contribuzione finanziaria di 5000 euro) è attribuito ogni anno al miglior film documentario europeo selezionato in modo indipendente da ognuno dei festival membri della piattaforma: CPH:DOX Copenhagen, Doclisboa, DOK Leipzig, FID Marseille, Jihlava IDFF, Docs Against Gravity FF e lo svizzero Visions du réel di Nyon. Doc Alliance costituisce una  vera e propria piattaforma che ha lo scopo di dinamizzare lo scambio fra registi e produttori proponendo dei modi alternativi di circolazione dei film che spesso faticano a trovare il loro spazio sul mercato. Ognuno di questi importanti festival ha quindi nominato un film per loro emblematico. La selezione dei sette documentari in competizione (cinque dei quali sono stati presentati all'ultima edizione di Visions du réel) si focalizza principalmente sui film di debutto o sui registi emergenti i cui lavori meritano di essere valorizzati. Allo stesso tempo questi nominano anche un critico cinematografico locale che prende parte alla selezione finale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film vincitore di quest'anno è l'iracheno Homeland (Iraq Year Zero) di Abbas Fahdel, nominato da Visions du réel di Nyon. Un film importante e intimo che ha il coraggio di raccontare il dolore di un popolo, quello iracheno, attraverso la tragica storia della famiglia dello stesso regista. Semplicemente “necessario” come lo dice benissimo Luciano Barisone direttore del festival svizzero, il primo ad aver veramente creduto nel film.

Questi i film nominati:

Homeland (Iraq Year Zero) di Abbas Fahdel (IQ) nominato da Visions du Réel
Walking Under Water
di Eliza Kubarska (UK/PL/DE) nominato da Docs Against Gravity FF
Stranded in Canton
 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Måns Månsson (SE/DK/CN) nominato da CPH:DOX
Illusion
di Sofia Marques (PT) nominato da Doclisboa
I Am the People
di Anna Roussillon (FR) nominato da Jihlava IDFF
Haunted
di Liwaa Yazji (DE/SY) nominato da FID Marseille
All Things Ablaze
di Oleksandr Techynskyi, Aleksey Solodunov, Dmitry Stoykov (UA) nominato da DOK Leipzig

Producers on the Move
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss

Filmitalia Cannes 2017